Kiev, a Debaltsevo 179 morti in un mese, 110 prigionieri e 81 dispersi

Negli scontri per il controllo per lo snodo ferroviario di Debaltsevo, dal 18 gennaio ad oggi, si contano tra le fila dei filo governativi 179 morti, 110 prigionieri e 81 dispersi, di questi ultimi si teme per la loro vita. Questo è quanto ha dichiarato Biriukov, consigliere del Presidente ucraino, che ha aggiunto che dalla stessa località si sono ritirati circa 3500 soldati ed i ribelli erano da “5 a 7 volte” più numerosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com