Imprese, al via la domanda per gli aiuti in procedura automatica e la fase di rendicontazione per investimenti fotovoltaici

Sono aperte due importanti finestre per altrettante misure in sostegno delle imprese trentine: si tratta degli aiuti concessi in procedura automatica (ex compensazione fiscale), che le imprese interessate in possesso dei requisiti possono richiedere a partire dallo scorso 28 giugno tramite apposita domanda, e dell’Avviso FESR 2/2022 “Investimenti in impianti fotovoltaici”, per il quale il 19 giugno si è aperta la fase di rendicontazione per le imprese risultate beneficiarie.

“Si tratta di due misure importanti ed attese, tramite cui da un lato offriamo alle nostre imprese la possibilità di incrementare il proprio approvvigionamento verde, accompagnandole quindi ad agganciare la transizione energetica e ad abbattere i costi di produzione, dall’altro ne sosteniamo anche gli investimenti fissi e le attività di ricerca, promozione, sviluppo ed internazionalizzazione, aiutandole a proiettarsi al futuro e ad esplorare nuove opportunità di mercato” le parole dell’assessore provinciale allo sviluppo economico, ricerca e lavoro, Achille Spinelli.

Gli aiuti concessi in procedura automatica sostituiscono, dal 1° gennaio 2023, i contributi da utilizzare in compensazione fiscale (ancora in vigore per le istanze presentate fino al 31 dicembre 2022).

I soggetti beneficiari sono le piccole, medie imprese e, limitatamente alla sezione aiuti per investimenti fissi e aiuti per la transizione energetica, le grandi imprese.

È consentita la presentazione di una unica domanda annuale, per più ambiti di intervento, quali:

investimenti fissi, realizzati anche nell’ambito di nuove iniziative;

investimenti fissi per la transizione energetica;

veicoli aziendali e stazioni di ricarica;

internazionalizzazione;

servizi di consulenza anche per il passaggio generazionale;

promozione della ricerca e sviluppo.

L’aiuto è concesso in regime de minimis.

Possono essere presentate ad agevolazione spese sostenute nei 18 mesi precedenti la domanda di agevolazione. Per le domande presentate nell’anno 2023, possono essere presentate anche spese sostenute oltre i 18 mesi precedenti la presentazione della domanda, ma comunque non antecedenti il 1° luglio 2021, ad eccezione delle spese relative alle iniziative ricadenti dell’ambito della sezione “investimenti fissi per la transizione energetica”. Per quest’ultima sezione sono ammissibili ad agevolazione esclusivamente spese sostenute a decorrere dall’anno 2023.

Ulteriori informazioni sono disponibili al seguente link https://www.provincia.tn.it/Servizi/Aiuti-concessi-in-procedura-automatica, da cui è possibile accedere alla piattaforma informatica per la presentazione delle domande.

Relativamente all’Avviso FESR 2/2022, Investimenti in impianti fotovoltaici, l’obiettivo è sostenere l’aumento della produzione da fonti rinnovabili tramite l’installazione di impianti fotovoltaici, anche combinati a sistemi di accumulo; in via prioritaria per l’autoconsumo dell’unità locale dell’impresa ma anche per la condivisione dell’energia elettrica rinnovabile prodotta tramite gruppi di soggetti che agiscono collettivamente (comunità energetiche rinnovabili).

Per questa seconda misura lo scorso 19 giugno è stata aperta la piattaforma informatica per la rendicontazione delle iniziative agevolate.

Le imprese che hanno ricevuto la comunicazione relativa alla concessione del contributo possono quindi procedere con la rendicontazione accedendo al portale SI-FESR Trentino disponibile al seguente link https://www.provincia.tn.it/Servizi/Contributi-installazione-impianti-fotovoltaici-Avviso-FESR-n.-2-2022.

Circa Redazione

Riprova

SEGUGIO.IT: IN ITALIA L’RC AUTO È PIÙ CARA RISPETTO AL RESTO D’EUROPA

Rispetto ai Paesi confrontati (Francia, Spagna, Germania e Regno Unito) l’Italia nel 2022 ha registrato un premio …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com