Energia: Iran, 30 nuovi progetti petrolchimici entro il 2018

Il vice ministro del Petrolio iraniano e amministratore delegato della National Petrochemical Company dell’Iran (Npc) Marziyeh Shahdaei ha annunciato che almeno 30 progetti diventeranno operativi entro la fine del corrente anno iraniano (che si concludera’ il 21 marzo 2018). “Almeno 30 nuovi progetti petrolchimici entreranno in funzione entro la fine di quest’anno”, ha detto Shahdaei, durante evento di settore. La Shahdaei ha ribadito che l’industria petrolchimica iraniana sara’ in prima linea nell’attirare gli investitori stranieri. La responsabile di Npc ha poi spiegato che la capacita’ totale di produzione petrolchimica iraniana raggiungera’ le 72 milioni di tonnellate all’anno. “L’Iran e’ tra i pochi paesi che godono di accesso a materie prime, mercati internazionali, nonche’ della vicinanza alle risorse idriche”, ha continuato la Shahdaei, sottolineando che “l’industria petrolchimica iraniana potra’ dunque trasformarsi in importante centro per attirare gli investimenti stranieri”.

Il vice ministro del Petrolio iraniano ha sottolineato che 52 unita’ petrolchimiche con una capacita’ nominale di 60 milioni di tonnellate sono gia’ presenti nel paese e nel 2016 hanno raggiunto una produzione di 51 milioni di tonnellate. La Shahdaei ha ricordato che allo stesso tempo, le vendite sul mercato interno di prodotti petrolchimici hanno raggiunto 28 milioni di tonnellate per un valore di 15 miliardi di dollari, mentre beni per un valore di nove milioni di dollari sono stati esportati.

Secondo quanto riferisce l’agenzia di stampa iraniana “Mehr”, il vice ministro del petrolio iraniano ha ricordato la serie di investimenti stranieri nei principali impianti di produzione iraniana: Morvarid, Takhte Jamshid, Entekhab e Kavian. I complessi hanno beneficiato di un totale di 883 milioni di dollari di investimenti stranieri che hanno consentito l’aumento della produzione di 2 milioni di tonnellate. La responsabile di Npc ha sottolineato che nel 2013 ben 13 progetti per quattro milioni di dollari di investimenti sono divenuti operativi aggiungendo 5,2 milioni di tonnellate di prodotti chimici. Il vice ministro iraniano ha inoltre ricordato che sono stati anticipati 7 progetti che verranno anticipati nel 2017, mentre 10 progetti verranno realizzati entro il 2018, aggiungendo circa 20 milioni di tonnellate alla capacita’ produttiva del paese. Tuttavia per la Shahdaei sono ancora necessari ulteriori 9 milioni di dollari di investimenti. Il funzionario ha inoltre osservato che oltre al completamento dei progetti inseriti nel quinto piano di sviluppo nazionale, altri 25 entreranno in funzione nel corso di questo anno fiscale. Per la Shahdaei, Npc mira a realizzare progetti petrolchimici, non solo in Asaluyeh e Mahshahr, ma anche in altre regioni come l’isola Kish Island, l’isola di Qeshm, Lavan, Jask e il porto di Chabahar, oltre allo sviluppo della Parsian Energy Zone nell’area di Asaluyeh, nella provincia di Bushehr.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com