Eurovision, Mahmood secondo: vince l’Olanda. Madonna con bandiere israeliane e palestinesi

L’olandese Duncan Laurence vince l’Eurovision Song Contest 2019 con la sua ballata d’amore ‘Arcade’. Mahmood, con ‘Soldi’, ha conquistato il secondo posto, battuto per pochi voti dopo un testa a testa. “Il mio sogno si è avverato”, ha detto il 24enne quando ha ricevuto l’iconico premio in vetro dal vincitore della scorsa edizione, Netta. Il testo di ‘Arcade’ si ispira alla storia di un amico di Laurence che ha perso l’amore della sua vita e sulle esperienze personali del cantante. L’Olanda aveva già vinto il concorso 4 volte, l’ultima nel 1975. Al terzo posto si è classificata la Russia con “Scream” interpretata da Sergey Lazarev. L’Olanda ha guadagnato 492 punti, l’Italia 465 mentre la Russia 369. Tra il primo e il secondo il distacco è stato di 27 punti.

Duecento milioni di persone hanno assistito allo spettacolo, secondo una portavoce del concorso. Sul palco della kermesse è salita anche Madonna, che si è esibita verso la fine dello spettacolo con un vecchio classico ‘Like a Prayer’ e la sua nuova canzone ‘Future: “Siete tutti vincitori – ha detto la popstar – non importa cosa succeda, arrivare fin qui non è stato facile”.

E puntuali arrivano le polemiche per l’esibizione della pop star americana perché sono comparse una bandiera israeliana sulla schiena di un ballerino e quella palestinese su quella di un’altra, con i due che si abbracciano al termine della canzone. “La musica ha il potere di mettere insieme le persone”, ha ricordato Madonna..

L’Unione europea di radiodiffusione (Ebu) ha poi precisato in un comunicato di non aver approvato preventivamente l’esposizione delle bandiere israeliana e palestinese nell’esibizione di Madonna nell’Eurovision Song Contest. Quella parte dello show non era comparsa nelle prove, ha precisato la Ebu citata dal Times of Israel. “L’Eurovisione song contest – ha ribadito – è un evento non politico, e Madonna ne era conoscenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com