Totti porta il sole all’Olimpico : the Show must go on

La Roma guidata dal suo condottiero vince in rimonta 3-2 contro la Sampdoria,in una partita giocata con un intervallo di quasi un’ora per la tromba d’acqua piombata sull’Olimpico.
La Roma di Luciano Spalletti era attesa dalla sfida contro la Samp capolista forte della nuova mentalità tattica e sacrificio targata Gianpaolo , che ha portato i blucerchiati a centrare due successi in altrettante gare di campionato.
La partita inizia e la fascia di capitano ce l’ha ancora Alessandro Florenzi,continua dunque la punizione per Daniele De Rossi dopo l’espulsione rimediata contro il Porto per il fallo a Maxi Pereira.
Parte forte la Roma , dopo 8 ‘ Perotti mette in mezzo morbido , sul secondo palo per Mohamed Salah che insacca subito la rete dell’ 1-0. Dopo pochi minuti Perotti , questa volta sulla destra sugli sviluppi di un bel contropiede , mette al centro per El Sharaawi che però spara alto da pochi passi. La partita sembra essersi messa in discesa per la Roma , ma al 18′ su un errore in impostazione di Nainggolan , Muriel al volo si inventa un gol da cineteca , strappando anche gli applasusi di Francesco Totti dalla panchina. Dopo pochi minuti ancora il funambolo colombiano sfruttando un buco della difesa giallorossa , tenta un diagonale preciso ma Szczesny è decisivo. Sugli di un calcio d’angolo al 41′ Szczesny esce a vuoto , Jesus liscia , e per quagliarella è un gioco da ragazzi metterla dentro : 1-2 . Tromba d’acqua sull’Olimpico , e sullo scadere del primo tempo ennesimo buco difensivo per i giallorossi , Quagliarella viene innescato con precisione in area , prova con il colpo di tacco ma Szcesny evita la debacle ai suoi.
Dopo un’ora la partita riprende , nonostante il rischio di rinvio per la forte pioggia. Escono dal campo Diego Perotti ed El Sharaawi , al loro posto , l’attaccante più criticato della Roma , Edin Dzeko , ed un arzillo quarantenne che di smettere forse non vuole proprio saperne : entra Francesco Totti. L’ingresso di Totti , il boato dell’Olimpico la fiducia di tutto l’ambiente giallorosso creano un cocktail di energie per la Roma che guidata dal suo capitano , come succede ormai da 25 anni , si riprende la partita : Prima si inventa il lancio per Dzeko che con un fantastico controllo salta Viviano e deposita in rete. Poi E’ sempre il capitano al centro di ogni azione , prima per il bosniaco poi per Salah , ma un Viviano in formato Superman sbarra la strada alla Roma con una serie di parate da figurine Panini. Al 91′ rigore per la Roma : lancio di Strootman per Dzeko che viene trascinato a terra , l’arbitro fischia tra mille polemiche : dal dischetto va il capitano giallorosso , l’uomo della provvidenza che spiazza Viviano e manda in paradiso la Roma e tutti i suoi tifosi. La favola continua , ancora una volta la passione ed il talento , trionfano sul gelo dei numeri , specie quelli sulla carta d’ identità che tra poco segneranno 40 primavere per questo inestimabile patrimonio del calcio mondiale.
Luigi Viscardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com