Siria, raid aerei russi e governativi: 11mila civili in fuga

Nuovo grande esodo di civili in Siria. Più di 11mila persone, come riferiscono fonti sul terreno in contatto con l’Ufficio dell’Onu per il coordinamento dell’aiuto umanitario (Ocha), si sono messi in fuga nelle ultime 48 ore dalla zona meridionale di Idlib, nel Nord-Ovest della Siria. Questo nuovo massiccio esodo è dovuto ai nuovi raid aerei russi e governativi nel distretto di Maarrat an Numan e nella zona vicina all’autostrada Hama-Aleppo.

Le persone hanno abbandonato le loro case dirigendosi verso i distretti settentrionali di Idlib e verso la frontiera turca, che rimane chiusa al passaggio di civili in fuga. La maggior parte degli sfollati rimane senza un riparo ed esposta alle intemperie sul ciglio delle strade e nei campi circostanti.

I raid aerei e di artiglieria da parte del governo siriano e delle forze russe, alleate di Damasco, contro la regione di Idlib, fuori dal controllo governativo e dove operano milizie anti-regime, tra cui gruppi qaedisti sono ripresi lunedì. L’Onu afferma che nella regione rimangono ammassati circa tre milioni di civili in stato di urgente bisogno umanitario.

Circa redazione

Riprova

Francia: gilet gialli contro il lockdown, Parigi si blinda

Nonostante la neve e l’anticipo del coprifuoco alle 18, due manifestazioni sono previste oggi a …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com