Caos procure: Pg Fuzio indagato a Perugia per abuso d’ufficio

Il procuratore generale della Cassazione Riccardo Fuzio è stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Perugia con l’accusa di violazione del segreto d’ufficio. L’ipotesi di reato si riferirebbe all’incontro tra Fuzio e il pm romano Luca Palamara, indagato dalla procura di Perugia per corruzione.

Giovedì  il procuratore generale si era recato al Quirinale dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per comunicargli la propria decisione di essere collocato a riposo anticipato, indicando come data il 20 novembre. In giornata sono partite diverse denunce contro il procuratore generale della Cassazione, da parte, tra gli altri, dei procuratori di Rimini, Davide Ercolani e Luca Bertuzzi, e del sostituto procuratore di Padova, Sergio Dini.

Negli atti i magistrati scrivono di aver appreso dalla stampa delle conversazioni tra Fuzio e l’ex consigliere Csm Luca Palamara, indagato per corruzione. “Emergerebbe che l’Alto Magistrato avrebbe discusso con Palamara di una indagine a suo carico aperta dalla Procura di Perugia, e che gli avrebbe rivelato alcuni atti di detta indagine”, scrivono gli autori degli esposti. “Competente a svolgere indagini in merito a fatti denunciati – si legge nelle denunce – è la Procura di Perugia essendo pacifico che l’eventuale reato sia stato commesso a Roma nell’esercizio delle funzioni giudiziarie svolte da Fuzio. Chiediamo di essere informati in caso di richiesta di archiviazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com