Cad e il paradosso del controllo Usa sulla nostra ‘Sovranità Nazionale’

Se contiamo ancora qualcosa nello scenario della globalizzazione è perché una super-potenza si interessa di noi e si preoccupa di sapere se agiamo in armonia con i progetti di filiera senza sbandare. Si grida all’attacco della ‘Sovranità Nazionale’, ma sono sciocchezze, perché sappiamo che esiste fino a che il ‘range autonomistico’ è nelle regole, e per saperlo devi sottostare ai controlli. Parlo, mi sembra ovvio, del caso Berlusconi, spiato e sorvegliato dagli Usa. I ‘bene informati’ ci dicono che era cosa ben nota al Quirinale, e che Berlusconi è stato detronizzato da un attacco congiunto Usa-Eu, grazie al complotto Merkel-Sarkozy-Re Giorgio. Interessante la strategia che fonde il tutto con un feroce attacco speculativo al titolo Mediaset. Fatto che, in realtà, stroncò la baldanza del Cav. In effetti non c’è notizia, ben visto che oggi lo conosciamo ufficialmente ma niente è cambiato, o cambierà. Da Tangentopoli in poi tutti i Governi sono passati sul setaccio verifica Usa-Eu e oggi la sorpresa del controllo ci sembra paradossale. Gli Usa sono sotto elezioni ed è da verificare se il potere di Hillary Clinton  sarà confermato. In questo clima di  incertezza da qui ad ottobre, di altre amenità sotto forma di sensazionalismo, ce ne saranno molte…

Gerardo Rosa Salsano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com