epa08236370 A health worker disinfects an office in Daegu, South Korea, 22 February 2020. South Korea's prime minister declared the southeastern cities of Daegu and Cheongdo as 'special care zones' after a cluster of COVID-19 cases has been reported in the region in recent days. South Korea has so far reported 156 confirmed cases of contagion and currently accounts for the second largest number of infections outside mainland China. The novel coronavirus (SARS-CoV-2) outbreak, which originated in the Chinese city of Wuhan, has so far killed more than 2,000 people with over 77,000 infected worldwide, mostly in China. EPA/YONHAP SOUTH KOREA OUT

Variante inglese virus e Cts: ‘Tenere tutto chiuso’

martedì 23 Febbraio 20:18 – di R

L’assedio delle varianti del virus non consente riaperture. Anzi le misure vanno inasprite su quei territori dove si verifica un’impennata di contagi. Queste le linee guida del Comitato tecnico scientifico suggerite al Presidente del Consiglio, Mario Draghi.

Il premier ha discusso la questione in un vertice con i ministri della Salute Roberto Speranza, agli Affari regionali, Maria Stella Gelmini, e all’Economia, Daniele Franco, e i ministri capo delegazione dei partiti di maggioranza, il presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Franco Locatelli, il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, e il coordinatore del Cts, Agostino Miozzo.

 

La preoccupazione degli scienziati riguarda il nuovo innalzamento della curva di contagio. Sul tema – riferisce Huffington Post –  “durante la riunione del Cts è intervenuto il matematico epidemiologo della Fondazione Kessler, Stefano Merler che si è soffermato soprattutto sul rischio legato alla circolazione, sempre più sostenuta delle varianti. Quella inglese in particolare, che ha un aumento di trasmissibilità dal 36 al 68% e che potrebbe diventare prevalente già nel mese di marzo. Di qui l’attenzione necessaria da porre alla base delle valutazioni da fare in vista del nuovo Dpcm, che il governo vuole preparare prima della scadenza, fissata al 5 marzo, del testo attualmente in vigore. E del quale il Cts ha suggerito di confermare l’impianto”.

Non si può riaprire, in sostanza. Né palestre, né piscine, né ristoranti la sera, né sale giochi, né cinema e teatri. Secondo gli esperti per poter dar luogo a queste mitigazioni i contagi devono scendere sotto la soglia di 50 positivi ogni 100mila abitanti. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, farà le sue comunicazioni  in Aula al Senato.’ quanto stabilito dalla capigruppo del Senato. E’ prevista  una nuova riunione del Comitato tecnico scientifico a cui, a quanto si apprende, dovrebbe partecipare anche il ministro per i Beni e le Attività Culturali Dario Franceschini. Gli esperti del Cts dovranno valutare il protocollo di sicurezza messo a punto dalle associazioni dello spettacolo su cinema, teatri e sale da concerto.

Circa Redazione

Riprova

Meloni a Draghi: ‘Vaccinare gli anziani? Bastava leggere i dati…’

“Ringrazio il presidente Draghi, ma oggi dice una cosa banale”. Giorgia Meloni dagli studi “Porta …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com