‘Unioni civili’ e Renzi: ‘Basta rinvii, serve accordo per ok alla legge’

Alfano: ‘Senza adozioni possibile ok anche da Ncd e FI’

Per Matteo Renzi è arrivata l’ora premere sull’acceleratore e di mettere la parole fine al costante rinvio che c’è stato sulle ‘Unioni Civili’. Ora, sottolinea  il premier alla stampa estera, l’importante è chiudere velocemente, anche trovando un accordo con altri partiti. Una eventualità quasi certa, soprattutto perché il Pd non ha vinto le ultime elezioni dimostrando di non avere i numeri da solo. Probabilmente l’accordo cercato da Renzi  non coinvolgerà i pentastellati, che nelle ultime votazioni non hanno appoggiato il ddl Cirinnà: ‘Su questa linea c’era una prova d’intesa con i 5 Stelle che si è tirato indietro all’ultimo dopo aver detto voteremo, voteremo, voteremo…’.  Renzi, poi continua: ‘Si dice che cambiare idea sia segno di intelligenza, e, da questo punto di vista,   i 5 Stelle sono geni assoluti visto che cambiano idea continuamente. La mia preoccupazione è che non si vada avanti con un dibattito bloccato,  sia che si imbocchi  la strada di un emendamento del governo, che finora era rimasto fuori, sia che si trovi  la strada di un accordo parlamentare.  Quello che conta è avere la certezza che questa legge sia faccia davvero. Vediamo cosa accadrà al gruppo del Pd e spero che nel giro di qualche giorno si chiuda. Non si tratta di concedere qualcosa ad altri, ma avere la consapevolezza che bisogna arrivare a 161 voti e, per questo motivo,  un accordo con qualcuno va fatto’. Non possono esserci bambini di serie A e B,  ma al momento in Italia non esiste legge neanche sulle unioni civili,  e Renzi ribadisce di essere favorevole alla stepchild adoption premettendo, come premesso, che manca ancora una legge sui diritti alle coppie di fatto. Una probabile soluzione potrebbe arrivare da Angelino Alfano. Oggi il Ministro degli Interni ha infatti sostenuto la possibilità di un accordo parlamentare, a patto che si riscriva il testo di legge sulle unioni civili con l’eliminazione delle adozioni e dell’equiparazione al matrimonio. Allora sì che si potrebbe votare con la fiducia, ha aggiunto Alfano,  sottolineando che con un testo così si può anche votare con il consenso di altri settori del parlamento, andando oltre la maggioranza di governo,  come ad esempio Forza Italia. Noi, spiega,  in riferimento allo stop del testo Cirinnà  non abbiamo gridato al successo, perchè non è una questione di vinti e vincitori, ma un’affermazione del buon senso. Bisogna dare diritti alle coppie gay, ma non si mettano in mezzo i bambini e non ci sia l’equiparazione truffaldina al matrimonio. Con dentro le adozioni noi non voteremo la legge.

Alessandro Moschini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com