Meteo: ponte Immacolata tra alta pressione e correnti fredde

Dopo un mese di novembre caratterizzato da pochi ma intensi episodi perturbati in un contesto che ha visto la predominanza dell’alta pressione, il mese di dicembre potrebbe mostrarsi più dinamico, quanto meno nella sua prima parte, in virtù di una maggiore ondulazione del getto polare. In supporto a questa ipotesi alcuni indici di riferimento come AO e NAO previsti dai modelli matematici in calo nella prima settimana del nuovo mese. Maggiore ondulazione però non significa necessariamente maltempo per l’Italia ma cavi d’onda (saccature) più profonde alternate a slanci anticiclonici più diretti verso nord. Bisogna capire se una di queste saccature potrà sprofondare verso il Mediterraneo.

TENDENZA IMMACOLATA La nostra idea supportata dalle ultime proiezioni è che una saccatura in approfondimento sul Mare del Nord, potrebbe con il supporto di un parziale blocco Atlantico determinato dall’anticiclone delle Azzorre più proteso verso nord, riuscire a raggiungere l’Europa centrale e  forse anche l’Italia a cavallo tra i giorni 6 e 8 dicembre. Se così fosse andremmo incontro a un peggioramento del tempo sulla Penisola con caratteristiche invernali proprio per l’Immacolata. La distanza temporale è ancora notevole e la tendenza andrà confermata. Seguiteci sempre.


Circa Redazione

Riprova

Vaccini, troupe infiltrata a Napoli. Falco (Corecom): “Rai faccia chiarezza su gravissimo episodio”

“Ritengo doveroso che la Rai faccia chiarezza sul gravissimo episodio accaduto presso la Mostra d’Oltremare …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com