Gioia Real! Decide Benzema

Karim Benzema avvicina il Real Madrid alla finale di Lisbona. Vittoria pesante per gli uomini di Ancelotti che tra una settimana all’Allianz Arena dovranno difendere un 1 a 0 preziosissimo che da loro anche la possibilità di perdere col minimo scarto. Partita spettacolare e intensa quella di Madrid, altro che Atletico – Chelsea, con continui capovolgimenti e diverse occasioni da gol; con il Bayern a fare la partita e il Real devastante in ripartenza. Ancelotti e Guardiola rinunciano rispettivamente a Bale e Muller mentre è recuperato perfettamente Cristiano Ronaldo. L’esclusione del gallese è legata ai problemi intestinali accusati nelle ultime ore, mentre la scelta di Guardiola è puramente tattica, infatti il tecnico bavarese opta per la fisicità di Mandzukic rinunciando al capocannoniere di Champions. Il primo tempo è spettacolare in quanto a intensità e occasioni. È il Bayern a fare la partita e ad andare per primo vicino al gol col grande ex, Robben, che al 13’ si gira al limite e calcia ma il pallone, deviato, esce di poco. Al 18’ Pepe col corpo strozza in gola l’esultanza di Kross al tiro a botta sicura dall’altezza del dischetto. Sul pallone vagante sulla trequarti arriva per primo Benzema che protegge la sfera e la gira per Xabi Alonso, da questi a Isco e quindi a sinistra per Ronaldo che vede e serve la sovrapposizione di Coentrao che aggredisce e sorprende alle spalle Boateng. Il portoghese arriva sul fondo e serve un cioccolatino per Benzema. Il francese non si fa pregare e, dopo aver cominciato l’azione, la finalizza facendo esplodere il Santiago Bernabeu. Contropiede perfetto per il Real che, pochi secondi dopo aver sfiorato di subire il gol, si porta in vantaggio. Palla al centro e Real vicino al raddoppio con Ronaldo che sale altissimo ma manda il pallone in braccio a Neuer. Il copione si ripete al 22’ con Di Maria che calcia centrale dalla distanza. Al 26’ Neuer non avrebbe potuto nulla su Ronaldo ma il portoghese, recuperato per l’occasione, si divora il 2 a 0. Il copione è simile a quello che aveva portato al gol: palla alle spalle dei difensori bavaresi, ancora una volta sorpresi, cross di prima intenzione del francese ma Ronaldo calcia alto da pochi passi. Incredibile l’errore del Pallone d’oro che, va detto, forse era partito in fuorigioco. Tra il 38’ e il 39’ Robben e Lahm vanno vicini al pari ma sull’olandese ribatte Xabi Alonso, mentre il capitano bavarese anticipa Casillas ma trova l’esterno della rete. Ma l’occasione più clamorosa è del Real a un passo dal 2 a 0 con Di Maria che, davanti a Neuer e praticamente indisturbato, calcia altissimo graziando il Bayern. Nella ripresa, almeno inizialmente, il copione cambia con il Real più alto e aggressivo e al 47’ Ronaldo impegna severamente Neuer con un diagonale velenoso. Al quarto d’ora prova a rispondere Robben con una delle sue solite serpentine ma la conclusione è debole e centrale. Ma è ancora Ronaldo l’uomo più pericoloso con un sinistro dal limite a cui il portiere del Bayern si oppone in qualche modo concedendo solo calcio d’angolo. Al 72’ Ancelotti e Guardiola gettano nella mischia Bale per Ronaldo e Gotze per Ribery. Ma è soprattutto l’ingresso di Muller a cambiare volto ai minuti finali di questa vibrante semifinale incrementando i dubbi sulla scelta iniziale di Guardiola. Il capocannoniere di Champions all’80esimo sfiora di un soffio il palo alla destra di Casillas che quattro minuti dopo è prodigioso sul destro ravvicinato di Gotze cui va rimproverato di non aver angolato la conclusione. L’ultimo brivido lo regala sempre Muller che in pieno recupero raccoglie una sponda di Mandzukic, si gira e finisce a terra contrastato da Xabi Alonso. Proteste furenti di Muller e compagni, la panchina bavarese salta in area con Guardiola che a fatica placa i suoi ma le immagini danno a ragione a Howard Webb, non a caso il miglior arbitro europeo. Il contatto non c’è, l’intervento di Xabi Alonso è pulito, prodigioso e decisivo perché salva il risultato. Finisce 1 a 0 e il Real vede Lisbona dietro l’angolo.

Sebastiano Borzellino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com