CONVEGNO RBS, IGF, CONVERGER. ORRICO: PER INTELLIGENZA ARTIFICIALE È NECESSARIO ADOTTARE REDDITO UNIVERSALE

 “Le innovazioni prodotte dall’intelligenza artificiale renderanno necessaria l’adozione di un nuovo reddito di cittadinanza, sullo schema dell’UBU, l’Universal Basic Income, per ammortizzare i costi sociali del venir meno di molti posti di lavoro dovuti all’innovazione tecnologica, anche per consentire ai lavoratori di formarsi e ricollocarsi”.

Così, l’on.le Anna Laura Orrico, già sottosegretaria di Stato al Ministero per i beni e le attività culturali nel governo Conte II, e attuale membro della Camera dei Deputati, intervenuta all’evento “Innovazione, capitale umano, impresa e PA”, organizzato da Rome Business School, Converger e IGF –  Internet Governance Forum Italia, e svoltosi a Roma.

Ha poi argomentato l’on.le Mattia Fantinati, sottosegretario di Stato alla Pubblica amministrazione nel governo Conte I e attuale presidente di IGF Italia, associazione che opera sotto l’egida dell’Onu: “L’Intelligenza Artificiale non potrà mai rimpiazzare il talento e la creatività umana. Chiaro che le attività più semplici e routinarie saranno però delegate agli algoritmi. Dunque, la tecnologia pone una sfida e va gestita”.

L’evento si è aperto con i saluti istituzionali del Rettore della RBS, Antonio Ragusa, che ha sottolineato “l’impegno culturale della Rome Business School nel creare occasioni di incontro e dialogo tra diversi attori della società”. “Siamo onorati di poter contribuire alla diffusione di idee e buone pratiche che guidino lo sviluppo economico e sociale del nostro Paese”, ha esordito Ragusa, prima della presentazione dei dati su “Innovazione, capitale umano, impresa e PA”, raccolti da  Valerio Mancini, in qualità di direttore del Divulgative Research Center della RBS.

“Le 5 top skills per essere competitivi in futuro saranno creatività, pensiero critico e analitico, problem solving, e le abilità legate allo sviluppo e all’utilizzo della tecnologia, tra cui le Digital Skills”, ha rilevato Mancini.

Ha infine ragionato Franco Sanseverino CEO di Converger, azienda specializzata nell’innovazione, e partner dell’iniziativa: “Investire nella ricerca e adottare pratiche indicate nell’ESG – a tutela dell’Ambiente, a sostegno del Sociale e della trasparenza Organizzativa – è fondamentale per affrontare con successo le nuove sfide tecnologiche, dall’Intelligenza Artificiale all’Automazione. Proprio su queste importanti basi abbiamo trasformato la nostra azienda in società per azioni e prevediamo di espandere la nostra attività su scala nazionale e internazionale nei prossimi anni, puntando sull’innovazione dei nostri software di Robotic Process Automation (sybot) e sulla nuova frontiera dei server quantistici con la strategica partnership con spinQ, di cui siamo distributori esclusivi per in Italia”, ha concluso Sanseverino.

Gli elementi fondamentali emersi nel Report:

  • I giovani dipendenti in Italia cercano ambienti di lavoro dove si sentono ascoltati, guidati da manager resilienti e umani, dove riuscire a conciliare lavoro e la vita personale.
  • Le competenze digitali più richieste nel 2023 in Italia riguardano l’ambito della sicurezza informatica, l’automazione, l’intelligenza artificiale e il cloud.
  • Le 5 top skills per essere competitivi in futuro saranno creatività, pensiero critico e analitico, problem solving, e le abilità legate allo sviluppo e all’utilizzo della tecnologia, tra cui le Digital Skills.
  • Aumentano le start-up innovative in Italia: entro la fine del 2023 saranno ben 16.256 (1.503 nel 2013). Si concentrano nei settori di informazione e comunicazione (50,6%), maggior sviluppo per e-commerce e fintech. Lombardia e Lazio primatiste, spicca la Campania (da 70 nel 2013 a ben 1.392 nel 2022).
  • In Italia per il 2023 si stima una crescita degli investimenti in venture capital (VC) del 38,1%, saranno 730 i nuovi investimenti in VCaumentati in numero del +47% tra il 2021 e il 2022.
  • Straordinaria crescita dell’EuroNext Growth Milan (AIM Italia): aumentano le emissioni di azioni da parte delle PMI italiane, si stima che i capitali raccolti nel 2023 possano superare il miliardo di euro (1168 milioni) con 230 aziende quotate.
  • Nel 2023, il numero di emissioni di minibond green in Italia è destinato a superare le 100 emissioni su base annua (138 per il 2023, pari ad un ammontare collocato di 352,6 milioni di euro).
  • Entro il 2030 la transizione verde in Europa varrebbe un beneficio economico netto di 1.800 miliardi di euro. L’Italia in testa alla classifica europea per trend di circolarità, prime Toscana e Trentino Alto-Adige, ultime Molise e Calabria.
  • Cresce l’occupazione del +4.1%, insieme al precariato: sono oltre 3 milioni i precari, soprattutto a causa dell’aumento dei contratti per le assunzioni di stagionali (+113%) e intermittenti (+85%); non si vedevano così tanti dipendenti a termine dal 1977;
  • i prevedono 10 milioni di lavoratori italiani in smart working entro la fine dell’anno;
  • Le startup in Italia aumentano ma non crescono di dimensioni: per avviarne una, ci vogliono circa 4.155€, una cifra 10 volte superiore rispetto alla Germania (466€);
  • La Lombardia detiene il primato di startup innovative del Paese (26,8%), seguono Lazio (11,6%) e Campania (8,9%);
  • Nel 2021 sono +85.000 i lavoratori che hanno trovato impiego in startup; una donna è presente nel 42,6% del totale delle compagini sociali delle startup italiane.
  • L’Evento è incentrato su di una partnership istituzionale (IGF Italia) e una partnership accademica (Rome Business School), insieme alla società Converger che rappresenta il mondo dell’impresa nel settore dell’innovazione tecnologica.
  • Nell’ottica dello stakeholder engagement, si punta a mobilitare nel corso di questo evento anche deputati e decisori di livello nazionale e locale, oltre che giornalisti.Relatori
  • Saluti del Rettore della Rome Business School, Antonio Ragusa.
  • Anna Laura Orrico, manager dell’innovazione, ex sottosegretario ai Beni Culturali (Governo Conte II) e attuale deputato.
  • Mattia Fantinati, ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Governo Conte I, con delega all’innovazione, e attuale Presidente di IGF Italia, il distaccamento italiano del Forum promosso dalle Nazioni Unite a partire dal 2006, luogo d’incontro multilaterale e ‘multi-stakeholder’, che si occupa dei temi relativi alla governance di Internet, ossia le regole, le procedure, le infrastrutture e i programmi che ne determinano il funzionamento e l’evoluzione: https://www.igf-italia.org/
  • Valerio Mancini, direttore del centro di ricerca della Rome Business School (https://romebusinessschool.com/it/).Le ricerche oggetto di breve presentazione sono le seguenti:
  • Il lavoro e le persone. Leadership, engagement, competenze e benessere: https://romebusinessschool.com/it/blog/il-lavoro-e-le-persone/
  • Ecosistema start-up, PMI e aziende familiari in Italia:
    https://romebusinessschool.com/it/blog/ecosistema-start-up-pmi-e-aziende-familiari-in-italia/
  • Il lavoro in Italia: le sfide di dipendenti, imprenditori e startupper: https://romebusinessschool.com/it/research-center/lavoro-in-italia/
  • Interventi
    A) Franco Sanseverino, CEO: https://www.converger.it/

Circa Redazione

Riprova

Cuchel (commercialisti): “Rivedere il calcolo degli acconti e rendere la pressione fiscale più equa e sostenibile”

Cuchel (commercialisti): “Rivedere il calcolo degli acconti e rendere la pressione fiscale più equa e …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com