Bologna. Laurea a Napolitano. Scontri in piazza

E’ giunto vestito con i parametri accademici, dell’ Università, bordati  di viola,  il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che oggi a Bologna riceve la laurea ad honorem in Scienze Internazionali. Il Capo dello Stato è stato accompagnato dal Rettore Ivano Dionigi che, prima del suo intervento, che coincide con l’inaugurazione del 942/o anno accademico,   proposto il minuto di raccoglimento in memoria di Scalfaro morto ieri.

“Un contributo fondamentale allo sviluppo della cultura europea e al superamento degli steccati ideologici”. E’ questa una delle motivazioni che ha portato l’Università di Bologna a conferire al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano la laurea ad honorem in relazioni internazionali. I presidi delle facoltà di Scienze Politiche di Bologna e Forlì, Fabio Giusberti e Paolo Zurla, hanno ricordato anche l’impegno di Napolitano come “convinto sostenitore del processo di trasformazione del Partito Comunista Italiano nella direzione della socialdemocrazia europea” e il suo ruolo per la “tensione al superamento dei conflitti e l’investimento sul futuro”.

Indignati: lancio d’uova per protesta contro Napolitano- Ma a far discutere, le dure contestazioni degli studenti indignati. “Presidente Napolitano, la laurea te la diamo noi oggi”: è solo uno degli slogan con il quale alcuni  studenti raccolti in piazza Verdi, zona universitaria di Bologna, hanno accolto Napolitano. Con tale frase, gli indignati hanno voluto far riferimento  alla presenza del ministro dell’Istruzione Profumo a Bologna. In piazza una cinquantina di ragazzi, per ora soprattutto studenti delle superiori. “Profumo d’austerity”, recita invece un altro cartello mostrato da alcuni ragazzi delle superiori . Napolitano la laurea te la consegniamo noì facendo riferimento alla presenza del ministro dell’Istruzione Profumo a Bologna. Nelle intenzioni degli organizzatori della protesta, la Rete-Occupy Bologna, verso le 10 da piazza Verdi partirà un corteo per raggiungere l’aula Magna S.Lucia, dove cercheranno di entrare per contestare Napolitano. Tutto intorno a via Castiglione sono molti i blocchi di polizia e carabinieri, che filtrano il passaggio anche della gente a piedi.  In particolare gli agenti hanno caricato gli studenti di Occupy Bologna che vogliono contestare la visita del presidente Napolitano: l’intervento dopo un lancio di uova contro la polizia. Ma gli indignati non hanno risparmiato neppure

la  Guardia di Finanza: rotoli di carta igienica e alcuni sacchi della spazzatura, sono stati lanciati contro i militari .Poi gli studenti, con un piccolo corteo, al massimo 50 persone, si sono avvicinati all’aula Magna di Santa Lucia. Poi si sono fermati davanti alle forze dell’ordine all’angolo tra via Castiglione e via del Cestello

Cancellieri: “Siamo con Napolitano” –  “L’impressione che abbiamo è che tutto si stia
svolgendo tranquillamente. Sono state enfatizzate delle cose, ma sicuramente tutta la città è con lui. Così come tutto il Paese”.  L’ ha detto il ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri, poco prima di entrare nell’aula di Santa Lucia a Bologna dove sarà consegnata la laurea honoris causa al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

 

Circa redazione

Riprova

Autonomia e Giorgia Meloni

“Nessuno può vincere le sfide che abbiamo davanti da solo. Occorre investire sulla sinergia dei …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com