Terremoto a L’Aquila: albergatori sul piede di guerra

Ormai sono passati quattro anni dalla terremoto che ha colpito gli aquilani, molti dei quali sono stati ospitati nelle varie strutture alberghiere della zona. E adesso a puntare il dito contro le istituzioni sono proprio i proprietari delle strutture che si sono visti piano, piano, interrompere i pagamenti, già lenti, fermi a settembre dell’anno scorso.  Nei mesi scorsi gli albergatori sono stati costretti a chiedere alle banche anticipi sulle fatture pagando interessi salati. Oggi, però, gli istituti di credito non garantiscono più i soldi perché sembra non ci siano garanzie. La regione avrebbe dovuto saldare il conto, ma mancano diversi milioni di euro nelle casse degli alberghi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com