Le location del film “Corro da te” con Miriam Leone

Uscirà il 10 febbraio “Corro da te” con protagonisti Miriam Leone e Pierfrancesco Favino, commedia sentimentale di Riccardo Milani: dove è stato girato

Sbarcherà nei cinema il 10 febbraio “Corro da te“, la nuova commedia sentimentale di Riccardo Milani che vede protagonisti Miriam Leone e Pierfrancesco Favino e, nel cast, anche Michele Placido, Vanessa Scalera e Giulio Base.

Il film è un remake del francese “Tutti in piedi” scritto e diretto da Franck Dubosc: Gianni (Pierfrancesco Favino) è un quasi cinquantenne single incallito e seduttore seriale, a capo di un importante brand di scarpe da running che, per conquistare la giovane donna di turno, arriva a un certo punto a fingere di essere sulla sedia a rotelle.

Ma grazie all’incontro con Chiara (Miriam Leone), che di lavoro fa la musicista e nel tempo libero la tennista nonostante l’incidente che l’ha resa paraplegica, Gianni arriverà a cambiare prospettiva su molte cose tra cui la vita, l’amore e la disabilità comprendendo che l’unico vero handicap è la mancanza di forza d’animo.

La pellicola è stata girata tra Roma e Venaria Reale: in quest’ultimo caso, Via Mensa è stata trasformata in una delle vie di Lourdes.

Alle porte di Torino, il comune di Venaria Reale ospita la grandiosa Reggia, una delle più affascinanti residenze sabaude, capolavoro di architettura e Patrimonio UNESCO dal 1997.

Venne progettata dall’architetto Amedeo di Castellamonte su volontà di Carlo Emanuele II che desiderava una residenza di caccia e costruita tra il 1658 e il 1659, fastosa e imponente, sulla scia della stupenda Reggia di Versailles.

La Reggia fa parte di un complesso monumentale di ben 80.000 metri quadri, 50 ettari di giardini reali e 3000 ettari recintati del Parco Naturale La Mandria e si presenta come una meraviglia barocca tutta da scoprire: vanta, infatti, alcune delle espressioni più alte di questo stile con la solennità della Galleria Grande, l’affascinante scenario della Sala di Diana, la Cappella di Sant’Uberto con il complesso delle Scuderie Juvarriane, opere di Filippo Juvarra nel Settecento, la magnifica Fontana del Cervo nella Corte d’Onore e decorazioni che lasciano senza fiato.

Oltre ad ammirare alcune delle espressioni più elevate del barocco universale, autentici capolavori di arte, paesaggio e architettura, qui si rimane incantati anche dai Giardini della Reggia, dialogo tra antico e moderno con la monumentale statua dell’Ercole Colosso in compagnia di opere di artisti contemporanei come Giovanni Anselmo e Giuseppe Penone.

Regalano inoltre una visione all’infinito che non ha pari tra i giardini italiani grazie all’ampiezza del panorama naturale incorniciato dai boschi del Parco e dalle Alpi e alla magnificenza delle prospettive.

La Reggia di Venaria è anche sede di interessanti mostre temporanee.

Roma, la Città Eterna

Altro autentico museo a cielo aperto è poi Roma, quella città sempre magica e coinvolgente ogni volta che la si visita, uno scrigno di arte, architettura, cultura e storia che sa incontrare le preferenze di ogni turista e incantare a ogni sguardo grazie alle innumerevoli tracce di un fulgido passato millenario.

Nel corso degli anni, la Capitale ha saputo rinnovarsi e accogliere le nascenti tendenze artistiche ospitando mostre d’arte contemporanee e musei tra cui è doveroso nominare il MAXXI, il museo nazionale delle Arti del XII secolo con due sezioni, una dedicata all’arte e l’altra all’architettura, progettato dall’architetto Zaha Hadid.

Circa Redazione

Riprova

Apre a Firenze Rifugio Digitale. Nuovo museo dell’arte digitale in un bunker antiaereo

Riceviamo, e volentieri pubblichiamo, da Tartaglia Arte il seguente articolo: Nicolás Guagnini (Buenos Aires, 1966) …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com