Ingegnere napoletano assunto dalla Nasa. In Italia era disoccupato

NAPOLI. Roberto Carlino, napoletano 26enne sta progettando una sonda che analizzerà il suolo di Marte. Fin qui nulla di sorprendente visto che gli ingegneri aerospaziali italiani sono all’avanguardia nel settore. Ciò che stride però è il fatto che il 26enne, laureato con il massimo dei voti, in Italia aveva ricevuto tante porte in faccia, tanto da costringerlo a considerare l’idea di espatriare. Questo fino alla convocazione della Nasa che ha deciso di assumerlo per un tirocinio semestrale lautamente retribuito. Ora Roberto Carlino è al lavoro sul progetto Mars, la sonda che verrà spedita su Marte per raccogliere campioni di suolo marziano da analizzare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com