Il valore di un regalo di Natale realizzato dagli artigiani: in Sicilia l’offerta di 18 mila imprese A dicembre nell’Isola verranno spesi quasi due miliardi di euro per i prodotti artigianali

Creatività, ingegno, tenacia, passione e unicità. Ecco gli elementi chiave che fanno la differenza e danno valore a un regalo di Natale realizzato dagli artigiani. In Sicilia sono 18 mila le imprese artigiane attive – per lo più imprese familiari – in 43 settori in cui si realizzano prodotti artigianali e si offrono servizi di qualità che possono essere regalati in occasione del Natale. I dati sono forniti dall’osservatorio economico di Confartigianato Sicilia.

L’acquisto di prodotti e servizi realizzati da imprese artigiane e micro piccole imprese locali è una scelta etica a sostegno del territorio, in occasione delle festività natalizie così come nella quotidianità, che genera valore per l’acquirente, per il destinatario del dono e per la comunità.

Scegliere i prodotti e servizi artigiani offerti sul proprio territorio non vuol dire solo sostenere l’impresa, l’imprenditore e i 40 mila addetti e le loro famiglie, ma anche il benessere della comunità, dato che il 35,4% delle micro e piccole (3-49 addetti) imprese del territorio sostengono o realizzano iniziative di interesse collettivo esterne all’impresa – per lo più iniziative sportive, umanitarie, culturali e divulgative generali (non collegate all’attività dell’impresa), di contrasto alla povertà e al disagio sociale e socio- assistenziali. Si tratta del 98,5% delle imprese totali impegnate in attività di interesse collettivo.

Di seguito alcune evidenze che sottolineano il valore di mercato e sociale conseguente all’acquisto di prodotti realizzati da imprese artigiane e da micro e piccole imprese (MPI).

IL VALORE DEL LAVORO. Nella manifattura delle MPI e dell’artigianato il peso del valore del lavoro sul fatturato è di 4 punti superiore a quello delle medie e grandi imprese (15,8% vs. 11,9%).

LA QUALITÀ E LA PROFESSIONALITÀ. La qualità del prodotto o del servizio offerto viene indicata come principale fattore competitivo da oltre il 69,5% delle piccole imprese siciliane, a cui 
segue la professionalità e competenza del personale (46,4%).

IL SOSTEGNO ALL’OCCUPAZIONE. Nelle MPI e nelle imprese artigiane lavorano l’83,2% degli occupati del nostro territorio.

LA SOSTENIBILITÀ. Oltre due terzi (69,3%) delle micro e piccole imprese a vocazione
artigiana sono orientate al green, riducendo la produzione di rifiuti, contenendo l’utilizzo di acqua nel processo produttivo e diminuendo i consumi di energia elettrica. Comprare a Km 0 vuol dire anche essere più rispettosi dell’ambiente: il 70,1% delle Mpi siciliane hanno come principale mercato di riferimento il comune in cui sono localizzate, il 52,1% i comuni della stessa regione in cui sono ubicate.

IL SOSTEGNO AL MADE IN ITALY. Il sistema di offerta del made in Italy è un asset chiave per la crescita del Pil. Conosciuto e apprezzato all’estero, il made in Italy affonda le sue radici sul territorio.

IL SOSTEGNO AL WELFARE. Le micro e piccole imprese generano utili tassati in Italia; anche il lavoro generato dalle Mpi risiede in Italia e contribuisce alle entrate previdenziali, essenziali per garantire i servizi del sistema di welfare.

Anche con le limitazioni da Covid-19 le Mpi e l’artigianato sono vicine ai propri clienti: si può comprare locale recarsi nel luogo in cui si trova l’impresa, il negozio, la bottega o il laboratorio, poiché a seguito delle limitazioni imposte a causa della diffusione del virus, molte imprese artigiane e Mpi si sono attivate su canali alternativi di vendita realizzando consegne a domicilio, intensificando e organizzando del take away e accrescendo l’offerta tramite l’e-commerce.

Va inoltre tenuto conto che le Mpi manifatturiere che producono beni, ogni 100 euro di fatturato ne destinano 71,9 euro per l’acquisto di beni e servizi, favorendo una vasta domanda nei settori dell’indotto: legno, metallo, vetro, cemento, gomma-plastica, meccanica, tessile, servizi di trasporto e logistica, servizi di pulizie e sanificazione e servizi digitali e amministrativi.

Prendendo a riferimento la spesa delle famiglie relativa a prodotti e servizi maggiormente scelti come regali in settori presidiati dalle imprese artigiane – prodotti alimentari e bevande, moda e gioielleria, mobili, articoli tessili per la casa, cristalleria, stoviglie e utensili domestici, utensili e attrezzature per la casa e il giardino, giochi, giocattoli, articoli sportivi, libri, articoli di cartoleria e materiale da disegno e servizi per la cura della persona – si stima a dicembre una spesa delle famiglie in regali di Natale, intercettabile dalle imprese artigiane che offrono beni e servizi di qualità che possono essere regalati in occasione della festività, pari a 1,8 miliardi di euro.

 

A livello provinciale, per peso del numero di imprese nei settori di offerta di prodotti locali per regali di Natale sul totale artigianato, si osserva una maggiore specializzazione a Palermo, Caltanissetta Agrigento e Catania.

QUALCHE IDEA PER ACQUISTARE SUL TERRITORIO

  • Regalare una selezione di prodotti alimentari tipici realizzati da produttori locali o birre e distillati artigianali per un’esperienza di gusto unica.
  • Imbandire la tavola nelle giornate di festa con prodotti dolciari di qualità realizzati da imprese artigiane.
  • Regalarsi o regalare un mobile o un accessorio per la casa, con un contenuto unico di design, cura del dettaglio, materiali selezionati, o realizzato su misura per le nostre esigenze. O un capo di abbigliamento, un accessorio – dalla scarpa su misura al foulard in seta – un gioiello fatto a mano o un altro prodotto di artigianato artistico.
  • Gli artigiani del territorio possono offrire anche prodotti di grafica creativi, come pubblicazioni realizzate con le foto preferite. Le piccole case editrici spesso realizzano libri che raccontano il territorio.
  • Regalare voucher per trattamenti estetici e dedicati al benessere.

Scegliere un regalo realizzato o offerto da un’impresa artigiana del territorio è un gesto di cura per il luogo in cui viviamo, per preservarne la vitalità e l’unicità.
Un gesto che ci auguriamo possa entrare nella quotidianità di ciascuno, perché permette di sostenere le imprese e i loro lavoratori insieme al benessere dell’intera comunità e a contribuire al made in Italy di qualità che ci rende unici al mondo.

“Soltanto il lavoro delle imprese a valore artigiano potrà dare un futuro al nostro Paese. Le imprese a valore artigiano sono il futuro dell’Italia – dice Giuseppe Pezzati, presidente di Confartigianato Sicilia –. Quest’anno, più che mai, Confartigianato Sicilia si è spesa e si spende quotidianamente in una forte campagna natalizia a sostegno degli acquisti di Natale presso i nostri artigiani. Nei giorni scorsi abbiamo anche messo in rete un video che testimonia la passione e la creatività, l’unicità dei pezzi. Qualità su misura, coraggio, intraprendenza, amore per il proprio lavoro sono i valori dell’artigianato. Il lavoro non si cerca, si crea: e noi creiamo il nostro lavoro. L’innovazione digitale  – conclude il presidente – insieme alla qualità su misura dei prodotti, sono le armi per essere ancora più competitivi sui mercati nazionali e mondiali. Non dimentichiamo però che altrettanto fondamentale è la formazione. Per lavori di qualità servono collaboratori di qualità. Serve investire di più su istruzione e formazione, promuovendo una cultura duale”.

Circa Redazione

Riprova

Nielsen: “A Novembre il mercato pubblicitario cresce del +2,7%”

Il mercato degli investimenti pubblicitari in Italia chiude il mese di novembre a +2,7%, in …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com