Assegno unico, come funziona e a chi spetta in caso di genitori separati

È entrato in vigore il 1° gennaio 2022 l’assegno unico e universale, il sostegno economico alle famiglie per ogni figlio minorenne a carico e fino alla maggiore età e, al ricorrere di determinate condizioni, fino al compimento dei 21 anni.

Le domande per l’agevolazione possono già essere inviate da uno dei due genitori esercenti la responsabilità genitoriale, ma le erogazioni delle prime somme inizieranno a marzo. Cosa succede in caso di genitori separati? A chi spetta l’assegno unico?

Come abbiamo visto, la domanda per avere l’assegno unico per i figli deve essere presentata da uno dei due genitori esercenti la responsabilità genitoriale. Nel caso di genitori separati, l’importo calcolato di assegno unico viene diviso al 50% tra i due genitori nel caso di affidamento condiviso dei figli mentre viene erogato interamente, al 100%, ad un unico genitore nel caso di affidamento esclusivo dopo la separazione. Quindi:

  • Se il figlio è in affidamento esclusivo ad uno solo dei due genitori separati, il pagamento in misura intera spetta al genitore affidatario ed il richiedente opta per la richiesta dell’importo al 100%;
  • se i genitori sono separati e hanno l’affido condiviso dei figli disposto con apposito provvedimento del giudice di competenza, l’importo spettante dell’assegno unico deve essere accreditato in misura pari al 50% sull’Iban di entrambe i genitori, per cui i genitori del figlio per cui spetta l’assegno unico percepiscono l’importo dell’assegno unico in parti uguali, a meno che tra gli stessi genitori non sia stato raggiunto un altro tipo di accordo;
  • nel caso di affidamento condiviso e collocamento del minore presso il richiedente, si può anche optare per il pagamento al 100% al genitore collocatario con cui il figli resta a vivere dopo la separazione., salva la possibilità per l’altro genitore di modificare la domanda in un momento successivo optando per il pagamento ripartito.

Assegno unico, l’importo in caso di genitori separati

L’assegno unico per figli per genitori separati, così come per tutti i genitori richiedenti, si calcola in base all’Isee del nucleo familiare del figlio beneficiario e considerando età dei figli a carico e gli altri criteri..

La somma complessiva è costituita da:

  • una quota variabile modulata in modo progressivo, da un massimo di 175 euro per ogni figlio minore con Isee fino a 15mila euro, a un minimo di 50 euro per ogni figlio minore in assenza di Isee o con Isee pari o superiore a 40mila euro;
  • sono previste per ogni figlio maggiorazioni nei casi di nuclei numerosi (per i figli successivi al secondo), madri di età inferiore a 21 anni, nuclei con quattro o più figli, genitori entrambi titolari di reddito da lavoro, figli affetti da disabilità;
  • una quota a titolo di maggiorazione per compensare l’eventuale perdita economica subita dal nucleo familiare, se l’importo dell’assegno dovesse risultare inferiore a quello che deriva dalla somma dei valori teorici dell’assegno al nucleo familiare (componente familiare) e delle detrazioni fiscali medie (componente fiscale) percepite precedentemente.

Assegno unico, come fare domanda

La domanda si presenta online con procedura semplificata accedendo al sito INPS con SPIDCIE o CNS o tramite patronato. Serve un Isee valido che non va allegato alla domanda dal momento che sarà direttamente l’Inps a verificarne l’esistenza. La richiesta poi deve essere presentata da un solo genitore e dovrà indicare i dati dei figli e dell’altro genitore utili al pagamento oltre che sottoscrivere le dichiarazioni di responsabilità e l’assenso al trattamento dei dati.
I figli maggiorenni potranno fare domanda in sostituzione dei genitori e chiedere la corresponsione diretta.
Non c’è bisogno di presentare subito la domanda. È possibile farlo entro il 30 giugno 2022 senza perdere nessuna delle mensilità spettanti con decorrenza marzo.

Circa Redazione

Riprova

Congedo parentale, cosa cambia: le novità in 6 punti

Da sabato scatta il   nuovo sistema dei congedi parentali ,   maternità   e   paternità   per i …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com