Affluenza in forte calo al secondo turno. Bomba carta a Rapallo

Saranno aperte fino alle 15 di oggi le urne per i ballottaggi delle elezioni amministrative. 118 i comuni italiani al voto per una tornata elettorale caratterizzata dal calo consistente dell’affluenza. Alle 22 di ieri sera infatti, aveva votato il 36,3% contro il 47,7% del primo turno.

Due le novità sostanziali tra le città al voto. In primis, il quasi sindaco Marco Doria, indipendente di sinistra, che potrebbe vincere a Genova.

Di gran rilievo, anche il ritorno dopo 20 anni, di Leoluca Orlando a palazzo delle Aquile a Palermo. Entrambi hanno sfiorato quota 50 per cento due settimane fa’, lisciando di pochissimo l’elezione al primo turno.

Sfida interessante anche a Parma. Qui a contendersi “la città”, per la un esponente del Movimento 5 Stelle. Infatti il testa a testa si svolge tra E’ un il grillino Federico Pizzarotti, alla sua prima esperienza in politica, e Vincenzo Bernazzoli, candidato del Pd, amministratore di lungo corso, già presidente della provincia di Parma.

I Capoluoghi di Provincia al voto sono in tutto 19: Alessandria, Asti, Cuneo, Como, Monza, Belluno, Genova, Parma, Piacenza, Lucca, Frosinone, Rieti, L`Aquila, Isernia, Taranto, Trani, Palermo, Agrigento, Trapani.

Il Pd è il partito più presente nei ballottaggi visto che, limitandosi alle capoluogo, i democratici sono arrivati al secondo turno in 17 comuni, partendo in vantaggio sugli sfidanti in 13 casi. Il Pdl è al ballottaggi solo in 8 città. Nei 100 ballottaggi previsti nelle regioni a statuto ordinario, il centrosinistra e’ avanti in 82 Comuni.

I principali comuni coinvolti sono Palermo, Genova, L’Aquila e Parma. I comuni capoluogo di provincia dove si voterà sono 19. Ecco tutti i dettagli delle sfide. Ci sarà un ballottaggio fra candidati del centrosinistra e del Pdl in 6 comuni (Piacenza, Asti, Alessandria, Monza, Como, Rieti). A Parma la sfida sarà fra centrosinistra e Movimento 5stelle; a Cuneo e Lucca fra centrosinistra e Udc. A Genova fra centrosinistra e Terzo polo. A L’Aquila fra centrosinistra e Udc-Mpa-Verdi-Udeur. A a Belluno fra centrosinistra e liste civiche.

A Taranto centrosinistra-Udc contro Cito-Destra-Fiamma tricolore; a Palermo Idv-Fds contro centrosinistra. A Frosinone Pdl contro Terzo polo-Pd; ad Isernia Pdl-Udc-Adc contro centrosinistra. A Trani Pdl-Adc contro Terzo polo-centrosinistra; ad Agrigento Udc contro Pdl-Grande sud. A Trapani Terzo polo-Grande Sud contro Pdl.

Quanto alle citta’ capoluogo che hanno gia’ eletto il sindaco due settimane fa’, nel primo turno il centrosinistra ha confermato La Spezia e Carrara (con Udc e Fds) e con Fds ha confermato anche Pistoia. Il centrosinistra ha poi strappato al centrodestra Brindisi, la citta’ colpita dal terribile attentato di ieri. Il centrodestra ha confermato il sindaco di Gorizia (con Udc e Lega), Lecce (con Fli e Io sud), Catanzaro (con l’Adc). La Lega ha confermato il sindaco di Verona Flavio Tosi.

Bomba carta a Rapallo. Tuttavia l’episodio che ha destato maggiori preoccupazioni, riguarda l’esplosione di una bomba carta in un cassonetto dei rifiuti, nei pressi di un seggio elettorale a Rapallo. L’episodio è avvenuto intorno alle 3 nella piazza del Comune. Ancora prima due auto della polizia municipale erano state incendiate. Sull’accaduto, indagano . gli investigatori, secondo i quali si tratta di un’azioneè dolosa. Panico tra i residenti, che  spaventati dal forte boato,  sono scesi in strada. Sul posto hanno operato tutte le forze di polizia e i vigili del fuoco.

Circa redazione

Riprova

Caporalato: dieci ore lavoro a 100 euro al mese, 24 indagati

Sei caporali reclutavano personale in nero, e lo obbligavano a montare sistemi di irrigazione in …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com