A Milano Mps corre con le banche dopo gli stress test

Le borsa promuove le banche italiane, che hanno superato gli stress test, e Mps (+8,05%) peggiore in Europa nelle prove sotto sforzo dell’Eba ma con un piano di rilancio che, stando alla reazione degli investitori, piace al mercato. In un listino di Piazza Affari che guadagna ora l’1,5% il Monte dei Paschi è entrato in ritardo agli scambi, al pari di altri istituti come il Banco Popolare (+5,48%), Intesa (+2,64%) e Mediobanca (+2,39%), che hanno poi ridotto i guadagni iniziali. Lo stesso vale per Ubi (+3,13%).  Unicredit rientra negli scambi in borsa. Il titolo del gruppo di Piazza Gae Aulenti cede il 4,38% a 2,09 euro. Asia contrastata con indici industria cinese – Borse asiatiche contrastate, ma in gran parte orientate in positivo, in avvio di settimana a fronte di dati discordanti sull’andamento dell’industria cinese. L’indice officiale dei responsabili agli acquisti del settore manifatturiero ha indicato un rallentamento mentre una analogo indicatore della Cixin Media and Markit Economic ha segnalato un balzo in avanti. Fatto sta che le borse cinesi sono in calo (Shangai -0,84%, Shenzhen -1,27%) guardando soprattutto all’ultimo indice mentre Hong Kong è in rialzo (+1,46%). Bene Tokyo (+0,40%) e Seul (+0,67%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com