Tartaglia Arte: alla Valle dei Templi di Agrigento un Giardino Sensoriale visitabile con olfatto, tatto e gusto

Coinvolgerà tutti e cinque i sensi – vista, olfatto, tatto, gusto e udito – il percorso esperienziale che nascerà entro il prossimo settembre all’interno del Parco Archeologico della Valle dei Templi di Agrigento, un “Giardino Sensoriale” caratterizzato dalla presenza di piante tipiche della flora mediterranea, acqua e uccelli della fauna locale, per un’esperienza fatta di suoni, profumi e consistenze fruibili da tutti. Il progetto, cofinanziato dal Ministero della Cultura e dall’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità siciliana, rientra nell’ambito di un progetto di più ampio respiro, Cinque sensi per sette Siti, finalizzato alla fruizione e alla valorizzazione dei siti UNESCO della Sicilia.

IL “GIARDINO SENSORIALE” ALLA VALLE DEI TEMPLI DI AGRIGENTO. IL PROGETTO

Ideato dalla storica dell’arte Giada Cantamessa e con la realizzazione tecnica dell’architetto Guido Meli, il Giardino sorgerà in un’area di 2mila metri quadrati situata nello spazio antistante la Casa Pace, di fronte al Tempio della Concordia con accesso dalla Via Sacra. Il Giardino è stato concepito come una sorta di percorso immersivo, in cui sarà possibile toccare le piante e gli alberi presenti al suo interno e degustarne i frutti che cresceranno, per una serie di percorsi logico-funzionali – elaborati grazie alla consulenza dell’Istituto Tecnologie Didattiche del CNR di Genova e dell’Istituto Chiossone – mirati al coinvolgimento di ogni visitatore, all’insegna dell’accessibilità, dell’inclusività e dell’abbattimento delle barriere cognitive e fisiche. “I percorsi tematici saranno corredati da presidi e dispositivi che dovranno garantire un’agevole accessibilità agli utenti, garantendo il massimo livello di sicurezza e un elevato comfort”, sottolinea una nota stampa dell’Assessorato. “Per questo, presso il punto di ingresso e lungo il percorso, verranno collocati modelli plastici tattili dei principali monumenti della Valle, completi di tabelle informative in codice braille e con possibilità di ascolto delle informazioni attraverso adeguati apparati elettronici”. Un progetto in cui “luci, profumi, suoni e gusti interagiranno tra loro per offrire un’esperienza totalmente immersiva in un luogo che ha l’ambizione di proporsi come unico ed esclusivo di conoscenza tra natura e archeologia”, spiega Giada Cantamessa. “Uno spazio in cui apprezzare un’esperienza esplorativa che si basa sull’emozione della conoscenza”.

LA VALLE DEI TEMPLI DI AGRIGENTO IMMERSIVA E INCLUSIVA

“Il Giardino Sensoriale arricchisce l’offerta già articolata del Parco della Valle dei Templi, offrendo un’ulteriore opportunità di immersione totale nella bellezza della natura e nella storia”, sottolinea l’assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana Alberto Samonà. “È, peraltro, una proposta molto interessante per godere di un bene culturale con massima accessibilità a tutti i visitatori. Una realizzazione che offre valore aggiunto a uno dei più significativi siti regionali riconosciuti dall’Unesco”.

By Desirée Maida – artribune.com

Circa Redazione

Riprova

Imma Tataranni, è una storia vera? Tutto sul Sostituto Procuratore

La serie tv “Imma Tataranni – Sostituto procuratore” è tra le più apprezzate dal pubblico …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com