Sistema ‘Matilde Po’: sviluppo, arte e culturale per 20 Comuni

Il Comune di San Benedetto Po, è diventato Comune capofila per il Coordinamento del Sistema Po Matilde, un’associazione che si occupa  di creare una rete d’itinerari turistici atti a valorizzare e promuovere quei piccoli centri d’arte ricchi di musei e nuclei monumentali antichi, che costituirono la fitta rete di possedimenti matildici. Il Sindaco di S. benedetto Po è il dr. Marco Giavazzi, che organizza il sistema Po-Matilde nato con la sottoscrizione di una Convenzione tra 20 Comunità Locali, tutti accomunati dall’impronta indelebile lasciata dalla gran contessa Matilde di Canossa ed estesi lungo il corso del fiume Po. In ordine alfabetico sono: Bagnolo San Vito, Carbonara Po, Felonica, Gonzaga, Moglia, Pegognaga, Pieve di Coriano, Poggio Rusco, Quingentole, Quistello, Revere, Roncoferraro, San Benedetto Po, San Giacomo delle Segnate, Schivenoglia, Sermide, Villa Poma, e Villimpenta.

La volontà di questi Enti locali nasce nel 2001 e fino ad oggi si sta cercando di sviluppare rapporti con partners esteri, membri della Comunità Europea, anche in vista di un possibile accesso ai fondi previsti dai programmi comunitari.

Un primo risultato già raggiunto è stato lo sviluppo di un progetto denominato “Vistoria – Paesaggi storici d’Europa”, presentato e cofinanziato dai fondi Interreg IIIC Sud, che ha visto la costituzione di una partnership permanente sul tema “Paesaggi Culturali” tra aree con esperienze diverse, con l’obiettivo di giungere, mediante lo scambio di esperienze, alla creazione di una metodologia comune di sviluppo.

Oggi si sta puntando al progetto Vistoria II. Il sistema mette in rete e propone itinerari storici e culturali, tesi alla valorizzazione promuovendo tutti i centri d’arte.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com