Mal di rigore! Mal di San Siro! L’Inter fermata ancora una volta

Incredibile a San Siro! L’Inter non sa più vincere e non è una notizia. È una notizia il rigore concesso all’Inter, dopo 34 partite. L’Inter si era spesso appellata all’assenza di rigori, ma nella volta in cui gli viene concesso lo fallisce con l’infallibile Milito appena entrato. Curci lo stoppa e stampa il risultato sull’ennesimo pareggio a San Siro. 2 a 2 tra Inter e Bologna, un pareggio firmato Icardi anche se la sua doppietta viene sbiadita dal nuovo risultato pessimo dell’Inter che è maestra nel complicarsi la vita. In vantaggio due volte, come spesso le è accaduto quest’anno, l’Inter si è fatta rimontare due volte da un Bologna che tutto è tranne che una squadra che segna tanto. Ma all’Inter di quest’anno riesce tutto, ma in negativo. Passiamo alla cronaca. L’Inter parte forte, intenzionata a cancellare Livorno e le ultime uscite poco felici. Così i nerazzurri passano subito, al sesto, con Icardi: azione avvolgente dell’Inter da destra a sinistra, Nagatomo va sul fondo e sul cross si avventa Icardi che fulmina Curci. Cambiasso cerca il raddoppio al 10’ ma il pallone, ben indirizzato, viene respinto da una maglia nerazzurra. Ci provano anche Icardi e Ranocchia ma al 16’ Christodoulopoulos testa i riflessi di Handanovic che si salva seppur in maniera poco ortodossa. L’Inter soffre sulle palle inattive e vanno vicini al gol Mantovani e Natali. In mezzo Alvarez scalda le mani a Curci. Al 27’ l’Inter va a pochi centimetri dal raddoppio con Palacio il cui destro sfiora l’incrocio dei pali. L’Inter, come suo solito, non concretizza e il Bologna ne approfitta. Numero di Garics che va via con una magia a Nagatomo, Handanovic salva su Christodoulopoulos ma la palla arriva a Pazienza che calcia dal limite. Il pallone passa tra una selva di gambe e Handanovic viene sorpreso e trafitto. Al 35’ è 1 a 1. Rimane da stabilire se il gol sia di Pazienza o di Cristaldo che forse ha deviato leggermente il pallone. L’Inter reagisce subito e al 37’ Curci salva su Cambiasso. Al 51’ Palacio manca di pochi centimetri la deviazione vincente a Curci battuto prima che Garics al 60’ metta i brividi a San Siro. Al 63’ l’Inter passa di nuovo von una magia di Icardi che di destro a giro stampa la palla sul palo interno. 2 a 1 splendido dell’argentino spesso al centro del gossip. Sembra tutto in discesa per l’Inter che però si fa del male da sola prendendo gol su un cross innocuo in mischia. La firma è di Kone. All’81esimo succede l’incredibile: Mantovani abbraccia Palacio, è rigore! Dopo 33 partite si presenta Milito dal dischetto, Curci lo aspetta centrale e lo ferma. Il tanto agognato e invocato rigore fa del male all’Inter che al 93’ viene salvata da Handanovic che compie un doppio miracolo su Acquafresca. Un tempo era “luci a San Siro”, adesso sono solo “fischi a San Siro” e buio, buio pesto.

Sebastiano Borzellino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com