La prelogica della forma, a cura di Giancarlo Bonomo e Raffaella Ferrari

ECLIPSIS Style Project in collaborazione con il Club per l’UNESCO di Udine, presentano: ‘La prelogica della forma’, con gli artisti

Ezio Ciprian

Pietro De Tommaso

Giulio Menossi

Mauro Milani

Claudia Raza

Lucia Serafini

Massimo Zanetti

inserita nel programma del Comune di Bologna: ‘ART CITY WHITE NIGHT’, in occasione di ARTE FIERA di Bologna.

A cura di Giancarlo Bonomo e Raffaella Rita Ferrari

DUEUNODUE Spazi Espositivi – Via Galliera 2/b – BOLOGNA

OPENING 3 febbraio ore 18 – chiusura mostra 15 febbraio 2023

ART CITY WHITE NIGHT apertura esclusiva 4 febbraio dalle 18 alle 24.

Orari della galleria: 16-20, chiuso il lunedì. #artefiera #AFexperience e il tematico #ArtCityWhiteNight

LA PRELOGICA DELLA FORMA

Abstract scientifico

L’Ente umano è caratterizzato da una stratificazione pluridimensionale dove Materia visibile e Materia invisibile o sottile (ciò che noi chiamiamo Spirito, sia in senso religioso che filosofico e, per certi versi, scientifico) interagiscono in diretta connessione. In questo contesto, molteplici sono gli strumenti di evoluzione dell’Essere nel cammino del Divenire. L’Istinto, ad esempio, è una reazione naturale all’evento che non necessita di alcuna infrastruttura mentale, emozionale e neppure intuitiva, ma si autodetermina quale effetto di reazione spontanea successivo alla causa. L’Intuizione, invece, secondo alcune teorie delle neuroscienze, sarebbe una forma intelligenziale evoluta di natura prelogica che precede e travalica la razionalità organizzata della Mente, quale riflesso che determina una sintesi fattuale immediata e risolutiva. Le risposte non derivanti dalla facoltà analitica del raziocinio vengono così raggiunte da questa dimensione sottile che può procedere senza confine alcuno nella sua azione. Il cosiddetto ‘pensiero prelogico’ (così impropriamente definito in taluni studi), investe sia l’antropologia culturale che la pedagogia di base. In letteratura scientifica è facoltà attribuibile ai primitivi nella lotta ancestrale per la sopravvivenza, e nel comportamento dei bambini nell’età della prima infanzia, nel naturale processo di crescita e apprendimento pragmatico, oltre gli schemi delle dottrine educative precostituite. Allo stesso modo, il pensiero prelogico è osservabile nell’approccio psico-analitico di particolari condizioni della manifestazione esistenziale. Nel mondo dell’arte si parla di prelogica della forma nelle espressioni creative non direttamente condizionate dalle succitate sovrastrutture mentali ed emozionali. Essa è sinonimo di estrema libertà esecutiva nell’indeterminatezza di un preciso programma progettuale che, tuttavia, prende forma e sostanza – pur nella propria astrazione transrazionale – grazie anche a spinte inconsce collegate al concetto di Alterità, come teorizzato puntualmente nella psicanalisi lacaniana che pone in discussione il concetto primario di soggettività nell’individuo.

 

DESCRIZIONE EVENTO

 

Viene proposta una esposizione collettiva di sette artisti, selezionati in base ad una diversificazione di soggetti e stilemi esecutivi, che interpretano il tema proposto senza diretti riferimenti al realismo convenzionale. Saranno in mostra opere di pittura informale, astratta, installazioni a mosaico, sculture metafisiche, di simbolismo arcaico

Circa Redazione

Riprova

GABRIELE: dal 12 luglio in radio il singolo d’esordio “APNEA”

Da venerdì 12 luglio 2024 sarà in rotazione radiofonica “APNEA”, il primo singolo di GABRIELE …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com