Il Napoli ferma la corsa della Juve

La Juve cade al cospetto di un Napoli praticamente perfetto e, nello stesso tempo, incassa la seconda sconfitta stagionale e interrompe la striscia di sette vittorie consecutive. Decidono i gol di Callejon e Mertens mentre la Juve, nonostante Conte abbia schierato la miglior formazione non curante della sfida al Lione di giovedì, si è dimostrata “spuntata”. Troppo pesante l’assenza di Tevez. Che sarà una partita di sofferenza per la Juventus lo si intuisce subito: dopo 6’ Buffon sfodera una parata pazzesca sul tiro ravvicinato di Callejon e sul calcio d’angolo Hamisk va anche in gol. Ma è fuorigioco. Lo slovacco ci riprova al 9’ ma Buffon si esalta di nuovo, prima di ripetersi al 28’ su Callejon. Buffon sembra un muro invalicabile ma non può nulla sul nuovo assalto firmato José Callejon. Imbeccato da uno splendido taglio di Insigne, l’ex madridista brucia Asamoah sorprendodolo alle spalle e davanti all’estremo difensore bianconero lo batte con un tocco al volo. 1 a 0, viziato però da fuorigioco questa volta non ravvisato. La Juve del primo tempo è tutta in un sinistro debole centrale di Lichsteiner. Lo svizzero ci riprova, nella ripresa, al 56’ ma il tiro è anche questa volta debole e non impensierisce Reina, bravo due minuti prima a intercettare un cross velenoso di Isla, entrato bene in campo al posto di Asamoah. Buffon si riprende la scena al 59’ togliendo da sotto la traversa la punizione di Ghoulam. Il portierone azzurro al 78’ viene graziato da Hamisk che calcia debolmente dopo un’ottima penetrazione. Va detto, però, che “Marekiaro” sembra sulla via del definitivo ritorno, bella la sua prova. Nota stonata della serata il lancio di bottigliette all’indirizzo di Pirlo all’80esimo quando il regista juventino stava battendo un calcio d’angolo. Quando finalmente Pirlo riesce a battere, il Napoli parte in contropiede. Reina pesca Pandev, entrato al posto di Higuain, che gira per Mertens, entrato al posto di Insigne. Il belga tocca il suo primo pallone, resiste alla carica dei difensori bianconeri e fulmina Buffon. È 2 a 0, è delirio San Paolo. Il Napoli batte la Juve, si prende la tanto attesa rivincita e continua il suo inseguimento alla Roma. Una Roma che mercoledì vincendo col Parma potrebbe portarsi a – 8 dalla Juventus. Una Juve che dopo un girone riassapora il gusto amaro della sconfitta ma non c’è tempo per piangersi addosso anche perché il campionato continua a essere dietro l’angolo. Ma soprattutto perché giovedì sarà Europa League, sarà Lione – Juve.

Sebastiano Borzellino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com