Miami. Il trionfo di Djokovic

Un Djokovic così solido, centrato, dominante non lo si vedeva da tempo. Ma il cemento americano ci restituisce un Djokovic formato 2012. Dopo il successo a Indian Wells, il serbo trionfa anche Miami. Allora dovette arrendersi Federer in tre set, questa volta con nadal quasi non c’è stata partita. L’equilibrio è durato quattro game ma sul due pari Nole ha infilato un parziale di 12 a 3 vincendo tre game e salendo 5 a 2 prima di chiudere 6 – 3. Ad inizio secondo set Djokovic ha strappato subito il break a Nadal, si è salvato da 0 – 30 ed è salito 3 a 1. Nel quinto game il serbo ha avuto anche un paio di occasioni per uccidere il match ma lo spagnolo si è salvato. Stesso identico discorso nel settimo game. Il tutto mentre Djokovic al servizio non ha praticamente mai rischiato. Così nel nono game Nadal ha rischiato di nuovo andando sotto 15 – 40 e questa volta il “killer instinct” di Djokovic non ha lasciato scampo al maiorchino con un punto bellissimo tra i primi due tennisti al mondo che ha suggellato nel migliore dei modi la vittoria e la supremazia di Novak Djokovic che, chiuso il punto a rete, si è sdraiato a terra prima di saltare ebbro di gioia per la doppietta americana.

Sebastiano Borzellino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com