Europee: i sovranisti di Salvini in vantaggio sui conservatori di Meloni

Nello scontro che coinvolge i partiti di governo in vista delle Europee del 2024, Matteo Salvini porta a casa un primo risultato: Identità e democrazia, la famiglia sovranista di cui fa parte insieme a Marine Le Pen, ha superato il gruppo dei conservatori (Ecr) presieduto da Fratelli d’Italia. Un dato non di poco conto, alla luce del tentativo della Lega di rosicchiare consensi agli alleati per rimpolpare in Ue le file del Carroccio indebolito dall’ascesa meloniana.

‘Il tema delle Europee del 2024 è molto rilevante. Il quadro che uscirà dopo il 9 giugno sarà diverso da quello di oggi e spero che possa permettere di trattare un modello di Europa più forte, che raggiunga gli obbiettivi tracciati dai padri fondatori nei Trattati di Roma e che superi i limiti che l’Ue ha manifestato in questi anni su vicende migratorie, politica estera e solidarietà. Nell’ultimo periodo è già partito un dialogo positivo in tal senso’,  ha detto il ministro dell’Agricoltura e della Sovranità Alimentare Francesco Lollobrigida.

‘Dobbiamo ricordare anche quello che diceva Tommaso D’Aquino: il male non è il contrario del bene, ma è la privazione del bene. Il compito per noi parlamentari sarà quello di non privare l’Europa del bene ma al contrario lottare per esso con determinazione e serietà. Dobbiamo riportare fiducia e speranza per dare all’Europa un ruolo centrale e di guida in un mondo che è frammentato ed incerto vi ringrazio’,  ha detto il presidente della Camera Lorenzo Fontana, intervenendo alla seduta straordinaria della Commissione Monitoraggio dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa.

Circa redazione

Riprova

Elly Schlein in Sardegna, tra la filippica della pensionata e il rifiuto di Todde a chiudere con lei la campagna elettorale

A Elly Schlein non resta che fare buon viso al “cattivo gioco” di Alessandra Todde, …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com