Voli a rischio per lo sciopero di domenica 2 aprile

Si preannunciano non pochi disagi per chi dovrà viaggiare in aereo domenica 2 aprile a causa dello sciopero in programma. L’Enav (Ente nazionale per l’assistenza al volo), infatti, ha annunciato lo sciopero dei suoi operatori. Sono diversi gli aeroporti coinvolti da cui domenica 2 aprile non partiranno voli tra le ore 13 e le 17. In determinate fasce orarie, tuttavia, saranno garantiti alcuni voli. I disagi potrebbero essere mitigati dalla possibilità chiedere rimborsi per le spese sostenute per raggiungere la propria meta.

Lo sciopero degli aerei di domenica 2 aprile

Nel fine settimana prima di Pasqua è stato indetto uno sciopero da parte degli operatori dell’Enav che comprende anche i controllori del traffico aereo.

Lo sciopero di domenica 2 aprile durerà dalle 13 alle 17 e coinvolgerà i centri di informazione dei voli di Milano, Roma, Brindisi e Padova, ma anche tutti gli aeroporti Enav.

Poi gli aeroporti di: Bari, Taranto, Foggia, Brindisi, Crotone, Lamezia Terme, Pescara, Pantellleria, Comiso, Lampedusa, Catania-Fontanarossa.

E poi, ancora, gli aeroporti di: Torino Aeritalia, Torino Caselle, Roma-Fiumicino, Roma-Ciampino, Roma-Urbe, Milano Malpensa, Milano-Linate, Bergamo, Palermo-Punta Raisi, Olbia, Alghero, Cagliari, Reggio Calabria, Genova.

In occasione dello sciopero del 2 aprile saranno comunque garantiti alcuni voli. Intanto, saranno effettuati i voli di Stato, i voli di emergenza, quelli di soccorso, i voli umanitari, quelli sanitari e, infine, quelli militari.

Ci sono due fasce orarie, inoltre, in cui saranno assicurati una serie di voli. Si tratta di quelli in programma la mattina dalle ore 7 alle ore 10 e quelli in programma in serata tra le ore 18 e le 21.

Circa Redazione

Riprova

San Marco d’Alunzio, il convegno “I comuni siciliani oltre la crisi demografica ed economica “

La Sicilia è tra le Regioni del Mezzogiorno che più soffre lo spopolamento, dove la …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com