Verso le Europee. Beppe Grillo detta le condizioni.

Il Movimento Cinque Stelle comincia a pensare alle elezioni europee e, tramite il suo blog, Beppe Grillo ha indicato i requisiti e le dinamiche delle primarie pentastellate. Possono candidarsi tutti gli iscritti al 31 dicembre 2012 e con un documento certificato entro il 20 marzo, tranne coloro i quali sono già in lista per le amministrative 2014 o su cui pendono diffide. Età minima 25 anni al 25 maggio 2014. Sarà il voto degli attivisti sul web a decretare le liste e potranno votare gli iscritti al Movimento entro il 30 giugno 2013 e con documento certificato entro il 20 marzo 2014. Ogni attivista potrà esprimere tre preferenze per i candidati della propria regione e il più votato per regione entrerà di diritto nelle liste finali. Gli altri candidati nella circoscrizione andranno invece a un secondo turno. Beppe Grillo ha però introdotto un’importante novità in vista di questa tornata elettorale:  gli eletti firmeranno un contratto col Movimento che li obbliga a dimettersi in caso di condanna o di cambio di partito. In questo caso i protagonisti dovranno pagare una “penale” da 250 mila euro. Nuove regole anche sulla gestione del Gruppo parlamentare e in particolare sulla comunicazione, che sarà controllata direttamente da Grillo e Casaleggio. In particolare i deputati non potranno nominare i propri familiari fra gli assistenti retribuiti direttamente dal Parlamento europeo o da altri organismi e saranno proprio Grillo e Casaleggio che sceglieranno gli assistenti fra i soggetti indicati come componenti del “gruppo di comunicazione M5S”.

Sebastiano Borzellino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com