Usa. In Carolina, passa referendum per vietare matrimoni gay

Nel nord della Carolina, la stragrande maggioranza della popolazione,  ha votato i matrimoni gay. Il referendum svoltosi ieri, ha ottenuto il 60% dei voti facendo così segnare un’importante vittoria ai conservatori repubblicani ed ai gruppi religiosi proprio in un momento in cui da più parti a casa democratica si chiede a Barack Obama di prendere una posizione esplicitamente in favore dei matrimoni gay durante la prossima campagna elettorale. Con il referendum di ieri sono 32 le consultazioni popolari indette negli Stati Uniti dal 1998 sul tema e sempre il risultato è stato in sfavore dei sostenitori dei diritti dei gay. Al momento sono sette gli stati americani che hanno riconosciuto i matrimoni gay, mentre ora sono 10 gli stati, in prevalenza nel Sud, che hanno varato degli emendamenti costituzionali che vietano i matrimoni gay ed in alcuni casi addirittura le unioni civili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com