Unesco: l’Etna patrimonio mondiale dell’umanità

L’Etna entra a far parte del patrimonio mondiale dell’umanità. Il comitato dell’Unesco, riunito nella sua sessione annuale a Phnom Penh in Cambogia, lo ha definito come uno dei vulcani “più emblematici e attivi del mondo”. Per l’organizzazione dell’Onu l’Etna, considerato il più importante vulcano in attività in Europa con un’attività conosciuta da almeno 2.700 anni, ha “una delle storie documentate di vulcanismo più lunghe del mondo”. “I crateri della vetta, i coni di cenere, le colate di lava, le grotte di lava e la depressione della valle del Bove – si legge nella nota –  fanno dell’Etna una destinazione privilegiata per la ricerca e per l’istruzione” e “continua ad influenzare la vulcanologia, le geofisica ed altre discipline della Terra”. “La sua notorietà, la sua importanza scientifica e i suoi valori culturali e pedagogici sono d’importanza mondiale”, conclude la nota dell’Unesco. Il Comitato del patrimonio mondiale dell’ Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura, nella sua riunione annuale di Phnom Penh, dove vagliare l’iscrizione nel patrimonio di 31 luoghi naturali e culturali. Fino ad ora sono 962 i siti iscritti in 157 paesi. Tra i siti che hanno chiesto l’ammissione per il loro ‘valore universale eccezionale’ figurano tra gli altri le Ville e i giardini medicei in Italia, il monte Fuji in Giappone e la città di Agadez in Niger.

Circa redazione

Riprova

Salute, Brusaferro: “Ci scordiamo troppo spesso della prevenzione”

“Nel futuro che vogliamo costruire insieme la prevenzione è il presupposto perché se funziona tende …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com