Tre gol al Cagliari per celebrare la Coppa Italia

Il Napoli “festeggia” la Coppa Italia vinta sabato con una vittoria netta sul Cagliari firmata Mertens, Pandev e Dzemaili. Le virgolette sono legate al fatto che al San Paolo non c’è clima di festa dopo i fatti di Roma. Per tutta la partita o quasi i tifosi più caldi, quelli delle curve, sono rimasti in silenzio eccezion fatta per qualche coro vibrante di protesta contro Stato e istituzioni. “Ciro…Ciro”. Comincia così, con questo coro intonato da tutto lo stadio, la sfida tra Napoli e Cagliari. Una partita che poco o nulla ha da dire ai fini della classifica con il Napoli sicuro terzo e il Cagliari già salvo. E alla fine primeggiano i padroni di casa vogliosi di legittimare, diciamo, la vittoria della coppa nazionale. Neanche il tempo di prendere posto che il Napoli va vicino al gol due, tre, quattro volte nella stessa azione ma la palla non vuole entrare con l’area del Cagliari che sembra un flipper. La partita, dopo quasi mezz’ora di vuoto, si infiamma al 28’ con la bordata improvvisa di Dzemaili e Silvestri che tocca la palla quel tanto che basta per mandarla sulla traversa. Dopo trenta secondi la sfida si rinnova e il portiere dei sardi dice ancora no a Dzemaili. Il Napoli continua a premere sull’acceleratore e alla mezz’ora Fernandez va vicinissimo al gol di testa ma sulla linea salva Pisano ma il fortino sardo crolla dopo due minuti con Conti che strattona Pandev in area. È rigore e Mertens non sbaglia, anche se Silvestri intuisce. A due dalla fine un errore di Astori regala palla a Callejon che serve Pandev per il più comodo dei gol. Si va negli spogliatoi col Napoli in vantaggio per 2 a 0. Sempre Pandev, al 54’, si procura un altro rigore su altro errore di Astori e causa anche l’espulsione di Silvestri. Dopo aver lasciato il primo rigore a Mertens per festeggiare i suoi 27 anni, è Hamsik che si incarica di battere il rigore tra l’ovazione del San Paolo impaziente di celebrare un gol del suo capitano che manca dal 2 novembre, ma non è periodo e “Marekiaro” stampa il pallone sulla traversa. Il tris lo cala dopo due minuti Dzemaili che ribadisce in rete una corta respinta di Avramov già miracoloso su Pandev.

Sebastiano Borzellino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com