Serie A, perdono Juve e Lazio, Milan indiavolato

Accade tutto nella ripresa a San Siro, i biancineri vanno in vantaggio e raddoppiano, ma poi si scatena il Milan che rifila un poker ai primi in classifica, la Lazio non sfrutta l’occasione perdendo contro il  Lecce.

Nulla cambia, tutto resta invariato, le prime due in classifica perdono in trasferta ed il campionato resta ancora in discussione, con la Juventus che a +7 sulla Lazio può guardare cob tranquillità il prossimo incontro con l’Atalanta  e la Lazio che con l’amaro in bocca sa di aver sprecato una grandissima occasione.

Entrambe rimontate, la Juventus nella ripresa si porta in vantaggio prima con Ronaldo, poi raddoppia con Rabiot, main tre minuti il Milan diventa diavolo, e ribalta il risultato, prima con il rigore di Ibrahimovic, ppoi con i gol di Kessie e Leao, chiudendo infine la partita con il gol di Ante Rebic, simbolo del Milan di Pioli, un allenatore tanto maltrattato quanto competente, che verrebbe da chiedersi il perché di un eventuale cambio in panchina il prossimo anno (sembra vicino l’arrivo nel doppio ruolo di allenatore e Direttore tecnico da parte di Ragnick).

La Lazio però è tra le due perdenti di lusso oggi quella a dover recriminare (a se stessa) di più; infatti oggi sono state messe a nudo tutte le crepe della Lazio post ripresa, una squadra che sembra non reggere il ritmo.partita di 90 minuti, con una rosa corta e forse demoralizzata dall’interruzione della stagione perfetta; messa di fronte ad un Lecce ultra determinato a salvarsi, i biancocelesti vanno in vantaggio dopo 5 minuti, per poi subire la rimonta dei giallorossi di Puglia, prima con Babacar, poi con Lucioni che rispondono al gol iniziale di Caicedo.

Redazione


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com