Russia. Nasce lega elettori dopo brogli in voto Duma di dicembre

Un gruppo di giornalisti, intellettuali, blogger e volti noti delle proteste di piazza, hanno creato e presentato oggi a Mosca una Lega degli Elettori per vigilare sui processi elettorali e combattere le frodi. Ad un mese e mezzo dal voto presidenziale del 4 marzo, si vede come superfavorito Vladimir Putin. La speranza è quella di far leva sul nuovo risveglio civico russo per attrarre osservatori volontari alle urne: chiunque può unirsi alla Lega attraverso un sito web, o diventarne “amico”. “L’essenza di elezioni libere non sta solo nel chi e come infila la scheda nell’urna – ha spiegato Parfenov, – ma anche nella presenza di media e tribunali indipendenti, e pari opportunità per i votanti in Russia. Siamo elettori per 365 giorni l’anno”. Nel frattempo, la Procura generale russa in un rapporto intermedio sul voto presentato oggi al presidente Dmitri Medvedev e postato sul suo sito web, ha annunciato di aver scoperto 3mila infrazioni alla legge nelle elezioni alla Duma del 4 dicembre: 95 persone sono state giudicate amministrativamente responsabili di frodi, e ispezioni sono attualmente in corso su 300 segnalazioni. Due i procedimenti penali avviati: uno riguarda un tentativo di corrompere gli elettori della regione di Leningrado; il secondo la fabbricazione illegale, lo stoccaggio e il trasporto di schede di elettori fuori sede nella regione di Mosca.

Circa redazione

Riprova

Unicef: “Più di un bimbo su 4 in grave povertà alimentare”

Più di un bambino su quattro sotto i 5 anni nel mondo vive in “grave …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com