Rome's Mayor Virginia Raggi during a press conference in Campidoglio, Rome, 16 December 2016. Raggi said Friday that she was "probably" wrong to have made Raffaele Marra her personnel chief after his arrest. "We probably made a mistake," Raggi told. "Marra was a manager and we trusted him. I'm sorry for the citizens of Rome and the M5S". ANSA/ ALESSANDRO DI MEO

Roma, assemblea capitolina verso ok assestamento da 132 mln

L’Assemblea capitolina si prevede che approvi entro fine mattinata l’Assestamento di Bilancio da 132 milioni di euro proposto dalla Giunta Raggi. All’apertura di seduta rimarranno appena 15 minuti di discussione generale per la ventina di emendamenti al testo rimasti da esaminare, poi si passerà al voto in batteria dei rimanenti, alle dichiarazioni di voto e allo scrutinio finale. Con questa manovra si assicurano più risorse per trasporti, sociale e scuole, si finanzia la demolizione del tratto di Tangenziale est di fronte alla stazione Tiburtina e il progetto definitivo del Ponte dei Congressi. Con la manovra la Giunta interviene anche sugli spazi di finanza e su nuovi debiti fuori bilancio che si appresta a pagare: “si potevano prevedere”, è stato il monito dei revisori Oref che, pur concedendo all’atto parere favorevole, hanno richiamato i vertici della Capitale a 5 stelle al “”permanere delle criticità, evidenziate più volte e oggetto di prescrizioni, riguardo le situazioni finanziarie ed economico-patrimoniali delle società partecipate da Roma Capitale” e del “mancato completamento delle operazioni di riscontro dei saldi crediti/debiti tra le società partecipate e Roma Capitale, nonostante i ripetuti ammonimenti e le richieste formali”. Bisogna dunque procedere, secondo i ‘controllori’ al più presto “alla dismissione delle partecipazioni societarie che non perseguano obiettivi istituzionali dell’Ente”.

Altrimenti “l’equilibrio” dei conti della Capitale rimarrà “instabile”, secondo l’Oref, ma non secondo l’assessore capitolino al Bilancio Andrea Mazzillo che nella replica ai revisori ha spiegato che i loro rilievi “rientrano in una sfera che non è più tecnica ma politica, sono scelte che l’amministrazione deve fare”. L’ordine del giorno dell’Assemblea capitolina odierna, convocata fino alle 22, si è arricchito di due delibere che la presidenza dell’Aula proverà ad approvare entro la giornata, nonostante il Consiglio risulti già convocato anche per domani, 28 luglio, dalle ore 10 alle ore 22. Parliamo della delibere n. 54/2017 sul futuro della ex partecipata Multiservizi, che ha ricevuto un promo via libera ieri dalle commissioni capitoline, e la 29/2017 sui Piani di zona. Mentre la delibera 54 delinea la gara a doppio oggetto che dovrà identificare il nuovo partner di Roma capitale e il perimetro dei servizi di manutenzione e pulizia che dovranno essere garantiti dalla “newco”, la seconda dà conto dei primi risultati della commissione capitolina d’indagine da poco insediata dalla maggioranza a cinque stelle, autorizzando al frazionamento per le somme dovute al Comune per la concessione del diritto di superficie o per la cessione del diritto di proprietà delle aree comprese nei Piani di zona di edilizia agevolata.

Circa redazione

Riprova

Strage discoteca: Procura Ancona chiede processo ‘bis’

 La Procura di Ancona ha firmato la richiesta di rinvio a giudizio nel secondo filone …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com