‘Ndrangheta: arresto fiancheggiatore, aveva plastico e tritolo

Esplosivo in quantita’ tale da far saltare in aria un intero palazzo e’ stato trovato dai carabinieri, durante un controllo, nelle zone rurali di Reggio Calabria, a seguito dell’arresto di Domenico Gattuso ritenuto fiancheggiatore del boss della ‘ndrangheta Vincenzo Ficara. All’interno di un casolare di Rosario Valanidi, zona rurale della citta’, nella disponibilita’ di Gattuso i militari hanno trovato una pistola clandestina, una doppietta, con canne e calciolo tagliati, due fucili a pompa clandestini, una mitraglietta di fabbricazione artigianale, un fucile semiautomatico e un altro fucile e oltre 3.500 cartucce di vario calibro.

Nascosti in alcuni contenitori di plastica, che potevano apparire innocui bidoni e tubazioni i carabinieri e gli specialisti dei Cacciatori di Calabria hanno scoperto una bomba a mano, 2 kg di tritolo, 1 kg di plastico, 1 kg di polvere da sparo e diverse divise appartenenti al corpo dei vigili del fuoco. L’esplosivo, ad alto potenziale, per tipologia e quantitativo, e’ ritenuto idoneo a distruggere un intero palazzo, potendo causare danni ingenti alle abitazioni circostanti. Il tritolo e il plastico, infatti, sono esplosivi di tipo militare, non reperibili in commercio, mentre la bomba risulta proveniente dall’ex Jugoslavia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com