Manovra tra Camera, sinistra e patrimoniale

Approdata alla Camera per il passaggio parlamentare, la manovra è già oggetto di proposte, controproposte, interventi e modifiche. E tra le varie proposte spunta una richiesta di introdurre una patrimoniale. Quest’ultima misura è contenuta in un emendamento firmato da deputati di Leu e del Pd che chiede l’abolizione dell’Imu e dell’imposta di bollo sui conti correnti e di deposito titoli, per sostituirle con un’aliquota progressiva dello 0,2% sui  patrimoni la cui base imponibile è costituita da una ricchezza netta superiore a 500mila euro.  I primi firmatari sono Nicola Fratoianni, che fa parte della componente di Sinistra Italiana in Leu, e Matteo Orfini, della minoranza Pd.

Giorgia Meloni è  critica sugli emendamenti presentati dalle forze di maggioranza alla legge di Bilancio scritta dal governo: ‘Su 7mila emendamenti presentati alla manovra di Conte, Gualtieri, Di Maio, Renzi e Speranza, quasi 3mila arrivano dai partiti di Conte, Gualtieri, Di Maio, Renzi e Speranza. Se non credono loro stessi nelle leggi che scrivono, perché dovrebbero farlo gli italiani?’.

Circa Redazione

Riprova

Moretta (Commercialisti): “Nuovi modelli organizzativi per prevenire infiltrazioni”

Visone (DDA Napoli): “Società sportive abbiano figure di riferimento contro reati fiscali  “L’applicazione della legge …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com