Israele. L’ex presidente Katzav, condannato a 7 anni per stupro

All’ex presidente israeliano Moshe Katzav, gli è stata confermata dalla Corte Suprema, la condanna in primo grado  a sette anni di carcere per stupro e molestie sessuali.

L’ex capo dello Stato “si è servito del suo status per perpetrare i suoi crimini e la sentenza emessa a suo carico è giustificata”, recita il verdetto della più alta istanza giudiziaria del Paese, citato dai media.

“Senza alcun dubbio, si è trattato di stupro perché le relazioni sessuali non sono state consenzienti, anche se ci sono stati dei legami romantici”, afferma ancora la sentenza della terna di giudici, Edna Arbel, Salim Joubran e Miriam Naor, a cui è stato affidato il caso.

Katzav, 65 anni, era ricorso in appello contro la sentenza di primo grado del tribunale di Tel Aviv che il 22 marzo scorso lo aveva condannato a sette anni di reclusione il per stupro e molestie sessuali ai danni di due sue collaboratrici all’epoca in cui era ministro del Turismo (1996-1999)’90 e presidente (2000-2007). Il tribunale lo aveva anche condannato a versare alle vittime un indennizzo di 100.000 shekels (20.000 euro).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com