Inchiesta Dell’Utri: ascoltata dai pm Marina Berlusconi

E’ stata ascoltata oggi dai pm, la figlia di Silvio Berlusconi, Marina, nell’ambito dell’inchiesta che vede imputato il senatore Marcello Dell’Utri per estorsione ai danni dell’ex premier. Marina Berlusconi è cointestataria col padre del conto dal quale sarebbero partiti due prestiti in favore del parlamentare.

In particolare alla figlia dell’ex presidente del Consiglio, i magistrati del capoluogo siciliano – il procuratore Francesco Messineo, l’aggiunto Antonio Ingroia e i Pm Paolo Guido, Lia Sava e Nino Di Matteo – chiederanno spiegazioni sui due bonifici di 362 mila e 775 mila euro fatti a titolo di prestito infruttifero, nel 2003, dal conto di cui era cointestataria. Solo una piccola parte dei circa 40 milioni che Dell’Utri, secondo gli inquirenti, avrebbe ricevuto in 10 anni da Berlusconi. L’ ipotesi fatta dalla Procura è che il fiume di denaro sarebbe servito al fondatore di Fi a comprare il silenzio del senatore o che, attraverso il parlamentare, come già accaduto negli anni ’70, l’ex premier abbia fatto arrivare soldi a Cosa nostra per assicurarsi la protezione delle cosche.

La figlia di Silvio Berlusconi è stata ascoltata per quasi due ore dai pm di Palermo. Al termine dell’interrogatorio, che si è svolto con un giorno di anticipo rispetto alla data fissata come ha chiesto la Berlusconi, la testimone, accompagnata dall’ avvocato Nicolò Ghedini, si è allontanata in auto senza fermarsi a parlare coi giornalisti.

Circa admin

Riprova

Napoli, ospedale nelle mani del clan Contini: 11 arresti

Il clan camorristico Contini, componente di rango dell’Alleanza di Secondigliano, teneva sotto controllo un ospedale. …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com