FN: “La rivolta non si ferma se non si ritira green pass”

“Da domani, dal 15 ottobre, e fino a che il green pass non verrà ritirato definitivamente la rivoluzione popolare non fermerà il suo cammino, con o senza di noi”. Dopo gli scontri di Roma che hanno portato all’arresto dei leader di Roberto Fiore e Giuliamo Castellino, Forza Nuova alza il livello dello scontro e minaccia nuove manifestazioni di protesta.

Per FN, “la giornata romana di ieri fa da spartiacque tra vecchio e nuovo, ma media mainstream, questure e partiti del sistema non sono in grado di leggere i fatti, (perché non gli conviene e hanno paura), e danno la croce addosso ad un movimento politico che non rappresenta che una piccolissima componente delle centinaia di migliaia di italiani esasperati, perché minacciati nello stesso diritto elementare al lavoro e alla sopravvivenza, che hanno invaso prima piazza del popolo e poi le strade del centro della Capitale per puntare ai palazzi dell’odiato potere”, si legge in una nota.

“Il popolo deve solo difendere con le unghie e con i denti la propria libertà e non è certo arrestando alcuni nostri dirigenti che il sistema impaurito e nervoso potrà fermarlo; nemmeno lo scioglimento di FN potrebbe invertire la rotta di quanto sta avvenendo e avverrà nelle prossime settimane”.

Per FN è “il popolo in lotta che ha deciso di alzare il livello dello scontro.Da domani, dal 15 ottobre, e fino a che il green pass non verrà ritirato definitivamente la rivoluzione popolare non fermerà il suo cammino, con o senza di noi”, conclude la nota.

Circa redazione

Riprova

Europee, ottima  salute per la destra.  Per l’Ecr previsti 24 seggi in più rispetto al 2019. Fratelli d’Italia chiude la campagna elettorale il primo giugno a Piazza del Popolo con Meloni

La destra europea, stando ai principali sondaggi, si presenta in ottimo stato di salute al …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com