F35, Mauro: Nessuna alternativa al programma, si va avanti

Il programma F35 deve andare avanti e l’Italia non può tirarsi indietro. Il ministro della Difesa, Mario Mauro, intervenendo in Senato durante la discussione sulle mozioni relative al programma di acquisizione degli aerei militari, chiarisce la posizione del governo. Alternative credibili agli F35 che soddisfano sia le esigenze dell’Aeronautica sia della Marina non esisterebbero. Dunque si va avanti con il progetto anche perché “l’Italia è impegnata con una serie di Trattati, come quello di Lisbona, a migliorare le proprie capacità militari. In più fa parte di organismi internazionali che impongono determinate scelte”. Mauro ha ripercorso tutte le tappe del coinvolgimento del Parlamento nel programma, fin dal primo sì nel 1998, e ha difeso la validità del piano. Ora non sarebbero ammessi passi indietro anche perché molte parti dell’aereo “che tra pochissimi giorni verranno assemblate” sono state acquisite. “Ove perdessimo la posizione acquisita”nella fase di realizzazione dell’aereo, spiega il ministro, “altri Paesi potrebbero rimpiazzarci nelle commesse produttive”. I problemi tecnici che hanno caratterizzato, in negativo, la nascita di questi aerei militari non preoccupano il ministro in quanto “tutti gli inconvenienti emersi non sono tali da pregiudicare l’operatività del sistema” e sono comunque in via di superamento.

Ma contro l’acquisto degli aerei militari tuona il leader di Sel Nichi Vendola che su twitter aleggia l’ipotesi mazzette e corruzione legati agli F35. “Il programma degli F35 fa schifo” e “so che verrò contestato per questo, ma non conosco affare del genere che non sia finito con indagini su mazzette e corruzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com