Campidoglio e aumento dello stipendio degli eletti

Martedì arriva nell’Aula Giulio Cesare un provvedimento che modifica gli emolumenti dei 48 consiglieri comunali di Roma Capitale portando aumenti  nelle tasche degli eletti. Il decreto risale ai tempi del governo Berlusconi con la nascita nel 2009 di Roma Capitale. Nuovo ente con maggiori competenze e mansioni più onerose.

Le responsabilità del ruolo dovute alla popolosità della città, al ruolo della Capitale d’Italia e all’enorme massa di turisti che ogni anno la visitano sono alla base del provvedimento. Nel testo si cita espressamente il numero di cittadini di Roma, 2.808.293,  pari a un consigliere ogni 60mila abitanti. Passato per la commissione Bilancio e Statuto, il provvedimento verrà discusso domami in Campidoglio.

Attualmente gli eletti all’Assemblea capitolina guadagnano tra i 1800 e i 2000 euro al mese. Con un meccanismo che si basa sul cosiddetto ‘gettone di presenza’. Con la nuova legge, invece, potranno godere di una indennità fissa, fino a circa 3500 euro, scrive Repubblica.  Si “prevede che per i consiglieri capitolini si possa equamente commisurare una indennità di funzione al 45% dell’indennità del sindaco”. Naturalmente il provvedimento, firmato da tutte le forze politiche, prevede dei paletti. Tra le condizioni per accedere al nuovo meccanismo la garanzia di presenze mensili pari a 20 tra sedute di Assemblea capitolina e commissioni consiliari. E la presenza ad almeno il 60% dei consigli. Per gli assenteisti non c’è paracadute. Un po’ diversi i conti di Romatoday. Con decorrenza dal primo gennaio 2022 il compenso per i consiglieri dell’Assemblea capitolina è stato fissato in 2.894,91 euro lordi. Vale a dire “un quarto dell’indennità del sindaco”. Finora, o meglio fino al 31 dicembre, i consiglieri comunali percepivano un’indennità che poteva arrivare ad un massimo di 2440,74 euro, sempre lordi. La differenza tra prima e dopo l’entrata in vigore della norma, è dunque di 454, 17 euro.

Dopo l’approvazione in consiglio comunale è previsto un decreto del Ministero dell’Interno. Che dovrebbe dare il via libero ai nuovi stipendi, che saliranno a 5.175 euro lordi al mese.

Circa Redazione

Riprova

Regione Puglia e il ‘rimpasto’  della  giunta Emiliano

Alla Regione Puglia proseguono le dimissioni dei membri della giunta.  Ad annunciare il passo indietro, …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com