Alcune persone camminano davanti alla Borsa Italiana in piazza Affari, Milano, 11 ottobre 2018. Apertura negativa per tutte le Borse europee: Parigi cede l'1,5%, Francoforte l'1,31% e Londra a pochi minuti dall'apertura è in ribasso dell'1,26%. ANSA/DANIEL DAL ZENNARO

Borsa: Milano esaurisce il rimbalzo. Bce in azione per frenare spread

Il rialzo a Milano si è esaurito nello spazio di un paio d’ore. L’indice guida della Borsa il Ftse Mib si appiattisce. Le vendite allo scoperto sono vietate ma c’è chi si alleggerisce: Generali cede il 3,7%, Azimut il 3,4%, Enel il 2,2%, Mediobanca l’1,2%, Intesa Sanpaolo lo 0,6%. Restano sospese Fca (con un calo teorico del 6,54%), Exor (-5,8%), Pirelli (-0,38%). Poi c’è chi strappa al rialzo come Tim (+5,2%) e Recordati (+5,4%).

Si muovono in ordine sparso le principali borse europee al traguardo di metà seduta, con Milano e Parigi piatte, Madrid brillante (+2,38%) e Londra (-0,68%) e Francoforte (-0,2%) in territorio negativo. Tra gli operatori prevale comunque il nervosismo, mentre vengono soppesati gli aggiornamenti sulla diffusione del coronavirus in tutto il Vecchio Continente. Positivi i futures Usa, dopo una seduta da dimenticare per Nasdaq e Dow Jones, precipitati in un solo giorno di oltre il 12%.

In rialzo a 263 punti lo spread tra Btp e Bund. Acquisti sul comparto delle materie prime con Bhp (+5%) e Anglo American (+3,7%) spinte dal rialzo del greggio, mentre resta debole l’oro a 1.470 dollari l’oncia. Il lavoro agile rafforza il comparto telefonico con Tim (+7%), mentre soffrono banche e costruttori d’auto insieme al turismo. Sotto pressione l’immobiliare Covivio (-20%) a Parigi, gestore di alberghi, mentre Tui cede oltre il 13%. In luce la catena Casino (+10,54%) in vista di una possibile cessione in Brasile.

Seconda giornata di acquisti particolarmente ‘pesanti’ da parte della Bce sui Btp per tenere a bada lo spread. Fonti di mercato riferiscono all’ANSA che “già da poco dopo le otto di mattina continuano a fare acquisti a botte di 50 milioni di euro”. Ecco perché il mercato (dei titoli di Stato italiani) sta recuperando forte oggi, oltre al fatto che c’è un clima più positivo”.

Circa Redazione

Riprova

Colf e badanti, stipendi in aumento: fino a 2mila euro in più l’anno

Dal 2023 aumentano gli stipendi di colf e badanti. Scattano il 1° gennaio gli aggiornamenti …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com