Bangladesh: crollo Rana Plaza, chiuse 200 aziende tessili

Dopo il crollo del Rana Plaza, gli industriali del Bangladesh, hanno deciso di chiudere a tempo indeterminato 200 fabbriche tessili di Dacca. La decisione, è stata presa dopo le continue proteste da parte degli operai. Lo ha annunciato Atiqul Islam, presidente dell’Associazione dei produttori e esportatori di abbigliamento del Bangladesh (Bgmea) in una conferenza stampa a Dacca, come riferisce oggi il quotidiano The Daily Star.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com