Armstrong: offerti 5 di mln dollari al governo

Dopo la radiazione a vita dal mondo del ciclismo, Lance Armstrong cerca di rifarsi, offrendo di pagare più di 5 milioni di dollari al governo federale Usa, come risarcimento allo scandalo del doping. Inoltre l’ormai ex ciclista si è detto pronto a collaborare come testimone in un’inchiesta federale. Il Dipartimento di Giustizia Federale, che ha respinto entrambe le proposte classificandole come inadeguate, deve decidere entro questa settimana se prender parte ad una causa federale contro lo stesso Armstrong, avviata dal suo ex compagno di squadra Floyd Landis. Tale azione legale è stata avanzata per decidere se l’ex pluricampione ha defraudato le Poste Usa, che dal 1999 al 2004 hanno pagato oltre 30 milioni di dollari di sponsorizzazione alla squadra. Intanto c’è stata la presa di posizione della Wada, l’Agenzia Mondiale Antidoping, che nonostante tutto ha teso una mano a Lance, affermando che se volesse esser riabilitato, almeno in parte, deve confessare tutto, rigorosamente sotto giuramento. “La Wada ha letto con interesse gli articoli relativi alla confessione televisiva di Lance Armstrong”, ha dichiarato David Howman, direttore generale dell’agenzia, in una nota. “Sebbene la Wada incoraggi tutti gli atleti a illustrare tutte le attività illecite in cui sono stati coinvolti o di cui sono a conoscenza, queste informazioni devono essere comunque sottoposte all’attenzione delle competenti autorità antidoping. Quando il signor Armstrong renderà una piena confessione sotto giuramento, dicendo alle autorità tutto quello che sa sulle pratiche dopanti, solo a quel punto potrà aprirsi l’iter legale per la riapertura del fascicolo o la rivalutazione della squalifica a vita”.

Circa redazione

Riprova

Lo scudetto a Napoli, esplode la festa in città.  Cori, bandiere e fumogeni all’esterno dello stadio Maradona

Pareggiando 1-1 in casa dell’Udinese il Napoli è campione d’Italia a cinque giornate dal termine. …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com