L’Empoli vince contro la Samp e sogna la salvezza

L’Empoli vince in casa della Sampdoria e torna in corsa nella lotta salvezza. Nella 36esima giornata di Serie A i toscani di Andreazzoli passano 2-1 a Marassi e salgono ad un solo punto dal quartultimo posto del Genoa. A decidere la sfida le reti, entrambe nella ripresa, di Farias e Di Lorenzo, nel finale il gol dal dischetto di Quagliarella, che tocca quota 26. Audero ha parato un rigore a Caputo. Gli ospiti, alla caccia di punti, fanno la partita e cercano gli spazi giusti per sfondare mentre la Samp attende per ripartire in contro piede. I toscani fanno possesso palla e mettono pressione ai padroni di casa: l’Empoli ha maggiori motivazioni, ma la partita è comunque equilibrata.

Col passare dei minuti la Samp guadagna campo ma non riesce ad impensierire, più di tanto, il portiere dell’Empoli. La ripresa comincia con gli stessi 22 in campo e con l’Empoli in attacco come in avvio di gara. I toscani guadagnano il loro primo calcio d’angolo dopo due minuti e poi Farias calcia altissimo da ottima posizione al volo (8st’). Sono le premesse al gol che spacca la partita: Traorè sfonda sulla destra, si libera di Murru e dopo una grande azione personale mette in mezzo per Farias, che sceglie il tacco per battere Audero da due passi (11’st). I doriani protestano per l’intervento su Murru, Chiffi lo rivede in sala Var e dopo due minuti conferma la decisione di Doveri: Empoli in vantaggio e momentaneamente ad un solo punto dal quartultimo posto del Genoa che significherebbe salvezza. La Samp prova a reagire, prima con Caprari e poi con Quagliarella che spreca un buon calcio di punizione.

L’Empoli si abbassa, ma alla prima occasione colpisce in contropiede: Farias scappa alla difesa di casa e viene abbattuto in area da Tonelli, Caputo si presenta sul dischetto ma si fa respingere la conclusione da Audero, sulla ribattuta il più lesto di tutti è Di Lorenzo, che a botta sicura firma il 2-0, alla mezzora del secondo tempo. Nel finale, nonostante i 6 minuti di recupero, succede poco, c’è tempo solo per il 26esimo gol in campionato di Quagliarella, che dal dischetto batte Dragowski e prende il largo in vetta alla classifica marcatori. Al triplice fischio la panchina dell’Empoli esplode perché le speranze di salvezza sono ancora vive.

Circa redazione

Riprova

Lo scudetto a Napoli, esplode la festa in città.  Cori, bandiere e fumogeni all’esterno dello stadio Maradona

Pareggiando 1-1 in casa dell’Udinese il Napoli è campione d’Italia a cinque giornate dal termine. …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com