Viterbo: sindacato sotto inchiesta. Accusato di corruzione e turbativa d’asta

 

 

Nuovo caso di corruzione in Lazio. Questa volta a finire sotto i riflettori è stato il sindaco di Viterbo Giulio Marini (Pdl) che  ha ricevuto un avviso di garanzia per corruzione e turbativa d’asta in concorso con l’assessore regionale all’Agricoltura Angela Birindelli e con Erder Mazzocchi, commissario straordinario dell’Arsial, l’agenzia Regionale Agricoltura. I due, secondo l’ipotesi accusatoria, avrebbero favorito alcune aziende viterbesi per l’aggiudicazione di commesse nell’ambito del padiglione Lazio del Vinitaly 2011.

Marini, che l’altro ieri aveva ritirato le dimissioni presentate dopo la bocciatura del bilancio, sarà interrogato dal pubblico ministero Massimiliano Siddi alle 10.30 di questa mattina. L’inchiesta su Vinitaly rientra nel fascicolo sulla falsificazione delle fatture del gruppo Pdl alla Pisana per il quale e’ stato gia’ interrogato Fiorito a Viterbo.

 

Circa admin

Riprova

“Io voto Giorgia perché è una di noi…”. Lo spot di FdI per le Europee: parla la gente comune

Gente comune, lo studente, la pensionata, l’agricoltore, il medico, la donna diversamente abile, l’operaio, la …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com