Violenza sulle donne, la Cassazione: mani al collo della moglie è tentato omicidio

Un marito che prende per il collo la moglie dopo averla spinta verso il muro, deve rispondere di tentato omicidio e non soltanto di maltrattamenti o lesioni, anche se non ci sono ferite. Lo afferma la Corte di Cassazione che ha confermato la condanna a dieci anni per un uomo che, pur avendo ammesso di avere usato violenza sulla donna, aveva impugnato la sentenza di secondo grado tentando di dimostrare di non avere mai provato a ucciderla. Per i giudici però a contare sono i “potenziali effetti dell’azione”.

Circa redazione

Riprova

Alta velocità Napoli-Roma, circolazione dei treni rallentata: ritardi

Forti ritardi sulla linea dell’Alta velocità si sono registrati questa mattina, con la circolazione dei …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com