Tutto il Trentino in campo per le Olimpiadi

Primo incontro ufficiale per l’assessore Mattia Gottardi con il Coordinamento trentino Olimpiadi e Paralimpiadi Milano-Cortina 2026. Negli spazi di Casa Moggioli, il neo assessore allo sport è stato accolto dai rappresentanti del comitato Cristian Sala, Mauro Bernardoni, Paola Mora, Tito Giovannini e Pietro De Godenz (assenti per impegni istituzionali i componenti Maria Bosin e Alessandro Santuari) per un primo confronto sulle progettualità messe in campo a breve-medio termine a due anni dall’appuntamento a cinque cerchi. “Entro a far parte di una macchina organizzativa già avviata e ben consolidata da tutti i punti di vista – ha spiegato Gottardi –. Da parte mia garantisco la massima disponibilità e vicinanza”.

“Il percorso di avvicinamento alle Olimpiadi e Paralimpiadi – ha continuato Gottardi – sta proseguendo il suo iter e nei giorni scorsi ho già potuto dare una prima piccola mano ‘battezzando’ le due delibere relative al trasferimento di risorse e l’accordo tra le parti per la prossima costruzione del villaggio olimpico di Predazzo. Il mio apporto non mancherà nel corso del tempo”.

Durante il meeting sono stati esposti i progetti legati all’appuntamento olimpico avviati a breve. L’obiettivo è quello di coinvolgere tutti i partner e stakeholder al fine di dare la massima visibilità all’evento, dal momento che il Trentino giocherà un ruolo di sicuro protagonista in quanto sulle piste e sui trampolini della val di Fiemme si assegneranno un terzo delle medaglie in palio e considerando anche l’alto numero di turisti (8-9 milioni di persone stimate ogni anno) che trascorrono del tempo sul territorio. Saranno messi in campo, quindi, progetti ad hoc per far respirare a chiunque l’atmosfera olimpica partendo dalle promozioni sul web e sulla carta, ma anche attraverso sponsorizzazioni, vestizione del territorio, mostre e installazioni, coinvolgimento di giovani, scuola e volontariato e per finire anche azioni di legacy per far sì che il riverbero olimpico possa durare il più a lungo possibile anche dopo la chiusura della più importante manifestazione sportiva al mondo.

Circa Redazione

Riprova

Alessandro Salvatori al fianco di Michele La Ginestra in “Come Cristo Comanda” dal 27 febbraio al Teatro 7

Anno 33 d. c., Palestina. È notte: due uomini, vestiti con tuniche e mantelli, sono …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com